Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mamma papera con i suoi cuccioli a spasso per il paese deserto

Il video ripreso a Olginate da Gianmarco: «Ha covato nel mio giardino. Appena nati i piccoli hanno attraversato tutti insieme le vie del centro per dirigersi al lago»

 

Anche a Olginate la natura si riprende un po' del suo spazio. Sta facendo il giro del web il video che ritrae una papera con i propri cuccioli appena nati mentre attraversa le vie del paese per raggiungere il lago. Una "passeggiata" insolita di oltre mezzo chilometro lungo le strade deserte per le misure di emergenza di contrasto al Coronavirus.

Anche il sindaco Marco Passoni ha postato le insolite e gradevole immagini come messaggio di speranza in questi giorni difficili. Ma perchè il pennuto con i suoi pulcini si trovava a zonzo? Perchè questa insolita gita "fuori porta" di Pasquetta con i suoi piccoli?

Ce lo racconta il giovane studente Gianmarco Riva che abita nei pressi del municipio e che ha favorito la discesa delle paperelle a lago. «Questa femmina di germano è venuta a covare nel nostro giardino di casa qualche tempo fa - racconta Gianmarco - L'avevo notata mimetizzata con le uova in un angolo del prato. Non so perchè sia arrivata proprio da noi. Io avevo avvisato le Guardie forestali, mi era stato detto di lasciarla tranquillamente al suo posto e così ho fatto. Ieri si sono schiuse le uova: è stato davvero bello vedere la mamma prendersi cura dei suoi neonati».

«Aiutateci a salvare quattro cuccioli di capretto destinati a finire nei piatti»

Poco dopo è iniziata la passeggiata della parera e dei suoi cuccioli lungo la piazza del Comune scendendo verso via San Rocco dopo aver costeggiato il campo sportivo dell'oratorio, direzione lago. Gianmario le ha scortate per la loro sicurezza, un cucciolo è anche caduto in una grata e lui lo ha aiutato a riemergere. Poi è prontamente rientrato a casa nel rispetto delle regole. La famigliola di papere, una volta attraversata la centralissima via Cantù, ha invece raggiunto l'Adda tuffandosi in acqua. 

«Volevo concludere questi due giorni di festa regalandovi un'immagine bellissima - ha scritto invece il sindaco Passoni diffondendo le immagini - la tenerezza di una mamma che accompagna i suoi piccoli appena nati, la vita che continua nonostante tutto e che ci dà speranza. Grazie Gianmarco per averli sorvegliati e custoditi».

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento