Mandello: i motori sono pronti ad accendersi per il Centenario della Moto Guzzi

Domenica 14 marzo il tradizionale avviamento motori, ma senza pubblico. Lanciato il primo trailer del documentario ufficiale con le testimonianze dei mandellesi che hanno lavorato per l'Aquila

 

Motori pronti ad accendersi a Mandello per il Centenario della Moto Guzzi. Il compleanno della Casa dell'Aquila cade lunedì 15 marzo: in quella data, nel 1921, venne infatti fondata la società anonima Moto Guzzi a Genova, con la sede operativa da sempre a Mandello.

«La situazione pandemica non permette eventi aperti al pubblico - spiega il sindaco Riccardo Fasoli - ma abbiamo previsto comunque alcune iniziative importanti: è gia disponibile sul canale Youtube "Mandello, Città dei Motori" il primo trailer del documentario realizzato in queste settimane dal gruppo di Città Motori Mandello con il giovane regista lecchese Yuri Palma. Un lavoro non basato sulla storia del marchio ma sulle testimonianze di chi, mandellese, in Guzzi o per la Guzzi ha lavorato. Un racconto di ciò che la Guzzi è stata ed è per il nostro territorio e per i suoi cittadini. Il lavoro completo, in continua evoluzione, sarà presentato lunedì 15».

Il programma

Domenica 14, dalle ore 10 alle ore 12 si svolgerà il tradizionale avviamento motori che si terrà senza presenza di pubblico lungo via Parodi in fregio allo storico cancello rosso della fabbrica. Pur con le dovute restrizioni anticontagio sarà messa in moto gran parte della produzione sportiva e di serie della casa mandellese: non mancherà la mitica 8 cilindri. L'accesso sarà consentito solo al personale accreditato.

Settimana prossima, informa il sindaco Riccardo Fasoli, un piccolo benvenuto per ricordare il centenario sarà posizionato all'ingresso di Mandello. Si tratta di una vera e propria sorpresa. «Lunedì era inizialmente prevista una serata commemorativa a teatro mentre si è optato per una diretta streaming che accompagnerà il lancio del documentario», conclude il primo cittadino.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento