Un video dal Soccorso alpino: «State a casa, le risorse servono altrove»

Campagna di sensibilizzazione con l'hashtag #savesources: «La tentazione di andare in montagna è forte, ma l'incoscienza di uno colpisce tutti. Le priorità sono cambiate»

 

Un video per sensibilizzare la gente a restare a casa. A lanciarlo è il Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico, che ha diffuso un filmato in cui si illustra com'è cambiata l'attività durante questo periodo di epidemia da Covid-19.

La tentazione di uscire per un giro in montagna, violando le norme, è ancora forte per troppe persone, complici anche le belle giornate primaverili. Un atteggiamento che non mette in pericolo soltanto le persone che compiono le violazioni, ma l'intera collettività: le possibilità di infortunarsi, infatti, sono alte e costringerebbero la macchina dei soccorsi a utilizzare risorse preziose che in questo momento sono dirottate per forza sull'emergenza Coronavirus.

Soccorso Alpino di "pattuglia" sul sentiero per San Pietro: «Utile organizzare un presidio»

Per di più, un infortunato in montagna ora come ora non sarebbe una priorità, oltre ad aumentare le possibilità di contagio tra gli opertori del soccorso. Da qui l'hashtag utilizzato dal Cnsas per la sua campagna di sensibilizzazione: #savesources.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento