Le misteriose terme gratuite a due ore da Lecco? Sono a Bormio

Il duo di videomaker delle "Maldive di Milano" è tornato a colpire. Ma i bagni naturali sono ben noti

 

Il duo delle "Maldive a due passi da casa" è tornato a colpire. Un nuovo video, questa volta su sorgenti termali che ritemprano fisico e mente, come nelle migliori Spa ma all'aria aperta e immersi nella natura incontaminata.

Come scrivono gli autori del video, Federico Sambruni e Marco Capedri, «a sole tre ore da Milano». E aggiungiamo noi, a sole due da Lecco.

La Valle Verzasca diventa "virale"

Il duo di videomaker è diventato celebre lo scorso anno quando fece scoprire le bellezze della Valle Verzasca, nel Canton Ticino, definendole le "Maldive di Milano" per la presenza di acque cristalline (freddissime, però) e la possibilità di effettuare spericolati tuffi dalle rocce. Un paesaggio tipicamente montano che nulla c'entra con un paradiso tropicale. Il successo, però, fu garantito, il video diventò virale e la Valle Verzasca fu invasa da turisti e bagnanti durante l'estate.

Questa volta i due (insieme ad altrettante ragazze) hanno scoperto delle piscine naturali con acqua termale, che invitano a scoprire attraverso un'App scaricabile. La nuova, suggestiva definizione? "Le terme di Milano". Il luogo incontaminato si trova in Valtellina, nei pressi di Bormio. Si tratta delle celebri "Vasche di Leonardo" immortalate nel "Codice Atlantico", e raccolgono le acque in eccesso degli stabilimenti dei Bagni Vecchi e dei Bagni Nuovo di Bormio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento