rotate-mobile
Bormio Livigno

Fondi in arrivo per l'Alta Valtellina, il traforo dello Stelvio è sempre più vicino

“Si tratta di un’occasione più unica che rara e probabilmente irripetibile" ha commentato Ezio Trabucchi

Siglato a Milano, lo scorso martedì 6, l'accordo per la definizione dei fondi, oltre 68 milioni di euro in sei anni, dei Comuni confinanti di Trento e Bolzano, sottoscritto dai Comuni dell'Alta Valle, dalla Provincia di Sondrio e dalla Regione Lombardia.

Nel periodo 2013-2018, saranno erogati a favore dei Comuni dell'Alta Valtellina, con eccezione di Livigno, olte 7 milioni di euro l'anno, per un totale di 43: tali risorse saranno destinate a sostenere progetti strategici.

Di questi, due milioni di euro andranno a finanziare il progetto per il traforo dello Stelvio, che sarà approvato entro fine mese dal Comitato paritetico; oltre tre milioni saranno, invece, destinati al Parco nazionale dello Stelvio, cui vanno aggiunti i 4 milioni e mezzo già stanziati.

I restanti 38 milioni saranno destinati ad altri progetti strategici promossi dal Progetto sperimentale delle aree interne Alta Valtellina, come la piazzola dell'elisoccorso di Santa Caterina Valfurva.

A questi fondi si aggiungono circa altri 20 milioni di euro tra fondi ministeriali e di Regione Lombardia per altri progetti ancora da definire, comunque finalizzati lo sviluppo socio economico del territorio.

“Si tratta di un’occasione più unica che rara e probabilmente irripetibile – ha commentato Ezio Trabucchi, referente politico del progetto "Aree interne" Alta Valtellina – e sono certo che sapremo coglierla fino in fondo stando uniti e condividendo i vari progetti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi in arrivo per l'Alta Valtellina, il traforo dello Stelvio è sempre più vicino

LeccoToday è in caricamento