rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Bormio Livigno

Immagini satellitari e droni, il Dosdé orientale sorvegliato speciale dai ricercatori Levissima

Il progetto "Levissima spedizione ghiacciai" servirà a monitorare il discioglimento del ghiacciaio

Un team di ricercatori dell'Università degli studi di Milano, un satellite della Nasa, un drone e tre anni di tempo per documentare l'evoluzione del Dosdè orientale, ghiacciaio del gruppo dei Piazzi in alta Valle

È questo il primo passo di "Levissima spedizione ghiacciai", progetto messo in campo dalla nota casa di acqua naturale per studiare come cambia la superficie del ghiacciaio, e come ciò influisca sulla sua fusione

Per la prima volta in glaciologia saranno utilizzate immagini satellitari e un drone: su suggerimento della Nasa, i ricercatori hanno collocato sul ghiacciaio uno speciale telo blu, che servirà a rendere meglio riconoscibile l'immagine e a permettere di localizzare i vari elementi in maniera corretta.

L'obiettivo del progetto è studiare l'evoluzione del ghiacciaio alla luce del fenomeno del "black carbon", una sorta di fuliggine scura, composta di sabbie e polveri derivanti dagli incendi boschivi, dalla disgregazione delle rocce e dalla combustione del gasolio, che sedimenta sul ghiaccio, assorbendo i raggi solari e quindi aumentandone la fusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immagini satellitari e droni, il Dosdé orientale sorvegliato speciale dai ricercatori Levissima

LeccoToday è in caricamento