menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Livigno

Livigno

Espulso dal collegio, studente si toglie la vita

Il giovane, 16 anni di Livigno, era stato trovato in possesso di sostanza stupefacente

Livigno rivive, due anni dopo, la tragedia di un giovane suicidio. La vittima, questa volta, è uno studente di soli 16 anni.

Mercoledì mattina era stato espulso dal collegio dove risiedeva durante la settimana perchè trovato in possesso di sostanza stupefacente, la sera stessa ha deciso di togliersi la vita nella baita di montagna in Val Federia.

Martedì sera i militari con i cani antidroga avevano perquisito la stanza del convitto che il giovane divideva con un altro studente; solo il livignasco era però stato condotto in questura e, l'indomani, come riporta il quotidiano La Provincia di Sondrio, il collegio aveva deciso: il giovane doveva andarsene.

Tornato a Livigno il ragazzo era uscito, nel pomeriggio, per andare a tagliare legna nella baita di famiglia, ma non ha più fatto ritorno. La famiglia, preoccupata, ha allerato i Carabinieri e il Soccorso alpino che subito hanno iniziato le ricerche, fino al tragico ritrovamento.

La provincia di Sondrio, con il suo triste primato, continua così ad interrogarsi sul perchè di questi gesti estremi così frequenti, anche tra i più giovani e anche in realtà, come quella di Livigno, spesso ritenute piccoli "paradisi". Trovare risposta è però difficile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento