menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rio 2016, parte da Livigno la strada della nazionale di nuoto per Rio

Gli allenamenti si terranno presso l'Aquagranda

Il grande nuoto è arrivato a Livigno e questa mattina si è ufficialmente presentato. Gli atleti della Nazionale italiana di nuoto, riuniti in preparazione alle Olimpiadi di Rio 2016 fino al 18 ottobre, hanno incontrato la stampa, oggi 2 ottobre, presso il centro Aquagranda Active You, dove si alleneranno nei prossimi giorni.

Erano presenti il consigliere federale della FIN, Federazione italiana nuoto, Roberto Del Bianco, il direttore tecnico della nazionale, Cesare Butini e il sindaco Luca Bormini con il presidente dell'APT di Livigno, Luca Moretti, che ha reso possibile il raduno degli atleti.

"Per la Federazione è una grande opportunità trovare una località italiana con ottime condizioni di allenamento come Livigno. Qui possiamo contare sull'altura, su impianti sportivi di assoluto valore e su un'accoglienza molto calorosa", ha dichiarato il consigliere della Federazione, Roberto Del Bianco.

"Livigno crede molto nel turismo sportivo e sta schiacciando il pedale dell'acceleratore sul ritiro degli atleti che cercano la prepaparazione in altura. La nostra quota, 1816 metri, ci permette di offrire, in estate e in inverno, le condizioni ottimali", ha detto il presidente dell'Azienda di promozione turistica di livigno, Luca Moretti.

I grandi protagonisti sono stati, ovviamente, i 12 atleti azzurri, tra cui Filippo Magnini, Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri.

"Per noi atleti essere in raduno è un'occasione per allenarsi ma anche per cementare il gruppo. Passiamo la maggior parte del nostro tempo lontani da casa e trovare posti dove stare bene dal punto di vista sportivo, ma anche alimentare, del comfort del riposo e della possibilità di ritagliarsi dei momenti di convivialità, è fondamentale", ha commentato Magnini, capitano della squadra nazionale, "Qui a Livigno abbiamo trovato tutto questo. Il lavoro che stiamo svolgendo in vista di Rio 2016 è partito da qui e spero possa dare frutti molto positivi".

Gli allenamenti sono programmati ogni giorno, al mattino e al pomeriggio, nella piscina di 25 metri dell'Aquagranda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento