rotate-mobile
Bormio Livigno

Nuova sorgente sulfurea: Livigno avrà presto le sue terme

La scoperta qualche giorno fa, al via la prassi burocratica per il riconoscimento dell'acqua come terapeutica

A Livigno il progetto di un centro termale, promessa delle ultime elezioni, sembra vicino a realizzarsi.

È stata infatti scoperta, in località Cunabela, sulla montagna Valandrea, una nuova sorgente di acqua sulfurea, che sgorga un litro al minuto.

Se la distanza della già nota fonte di Val Viera rispetto al Paese, e al centro Aquagranda, e i relativi costi per incanalare e sfruttare l'acqua erano eccessivi, il problema sembra superato, come riporta il quotidiano La Provincia di Sondrio, perchè la sorgente scoperta da Alessandro Claoti e Benedetto Raisoni, due pastori di Livigno, è di un solo chilometro dal centro benessere.

Il Comune ha avviato l'iter perchè il ministero della Salute riconosca come termale l'acqua, e quindi le sue proprietà benefiche e terapeutiche. La prassi burocratica prevede, oltre a vari esami chimici, la campionatura dell'acqua nelle quattro stagioni.

Se non ci saranno intoppi, entro due anni Livigno dovrebbe avere le sue terme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sorgente sulfurea: Livigno avrà presto le sue terme

LeccoToday è in caricamento