menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il passo dello Stelvio

Il passo dello Stelvio

Alta Valtellina, il passo dello Stelvio si candida come patrimonio Unesco

Il riconoscimento assumerebbe anche un forte elemento di rilancio in chiave turistica del territorio

La Comunità Montana Alta Valtellina ha deliberato lo scorso 10 giugno il proprio sostegno delle iniziative di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dello Stelvio. In particolare, per il passo dello Stelvio, ci si è posti l’obiettivo di individuare una modalità percorribile per un collegamento agevole e diretto fra la Val Venosta e l’Alta Valtellina.

Secondo obiettivo è invece la candidatura Unesco della strada dello Stelvio e del suo contesto naturale, storico e culturale. Durante la seduta, si è approvato un protocollo d’intesa da stipulare con la Provincia di Bolzano con lo scopo di valorizzare l’area dello Stelvio che si pone sul confine fra tali due territori ed è riconosciuta generalmente di particolare valenza ambientale, storica e culturale.

Il documento costruisce un rapporto di collaborazione fra l’area lombarda e la Provincia di Bolzano per sviluppare prodotti turistici condivisi e per valorizzare con diverse iniziative il Passo dello Stelvio e il Parco Nazionale dello Stelvio, ma prevede anche di realizzare uno studio di fattibilità del traforo dello Stelvio, con l’obiettivo di individuare una modalità percorribile per un collegamento agevole e diretto fra la Val Venosta e l’Alta Valtellina.

L’apertura del futuro traforo è stata individuata si affianca all'ulteriore progetto strategico di medio termine della candidatura al Patrimonio Unesco dell’area dello Stelvio, quale “esempio eminente di un tipo di costruzione o di complesso architettonico o di paesaggio che illustri un periodo significativo della storia umana”, riconosciuta la valenza del suo paesaggio culturale evolutivo e della bicentenaria strada del Passo Stelvio, valico automobilistico più alto d’Italia, a 2.757 metri sul livello del mare, tempio consacrato del ciclismo eroico.

Il riconoscimento Unesco, argomentano dalla Comunità Montana, assumerebbe anche un forte elemento di rilancio in chiave turistica di tutta l’Alta Valtellina e del Passo dello Stelvio, emblema per tutte le Alpi e una delle montagne più famose d’Europa e del mondo, intreccio di culture e civiltà, che può trasformarsi anche in un importante giacimento turistico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento