Bormio Livigno

Cevedale: precipita in un crepaccio, salvato dal Soccorso alpino

La voragine si è improvvisamente aperta sotto i suoi sci. L'uomo è ora ricoverato al Morelli

Ha avuto - fortunatamente - lieto fine l'intervento che questa mattina ha impegnato i tecnici del Soccorso alpino di Valfurva sul Cevedale, a quota 3.800 metri. Il ferito è uno scialpinista, 52 anni di Venezia, caduto - durante un'escursione con amici - in un crepaccio che, improvvisamente, si è aperto sotto i suoi piedi mentre procedeva verso la vetta.

La scarsa presenza di neve ha determinato la rottura del ponte di passaggio. L'uomo è caduto per una decina di metri ed è rimasto incastrato con le gambe. Sul posto, i tecnici hanno dovuto demolire parte della parete di ghiaccio e utilizzare - per il recupero - un particolare treppiede che consente di operare in sicurezza.

L'infortunato - sempre cosciente - è stato quindi portato fuori dal crepaccio, visitato dal personale medico giunto con l'eliambulanza e poi trasferito all'ospedale di Sondalo, in codice giallo, per i necessari accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cevedale: precipita in un crepaccio, salvato dal Soccorso alpino

LeccoToday è in caricamento