Valtellina

Maltempo, Val Genasca sorvegliata speciale

Un masso ha sfiorato l'auto di un giovane in transito sulla strada per la Valmasino. Chiusi per neve i passi Gavia, Stelvio, San Marco, Spluga e Forcola

Dopo tre giornate di piogge che hanno investito Valtellina e Valchiavenna con acqua battente sul fondovalle e nevicate alle quote superiori ai 1800 metri, oggi il maltempo dovrebbe concedere una tregua.

Numerosi gli allagamenti e gli smottamenti che hanno provocato disagi alla viabilità con i vigili del fuoco e protezione civile impegnati su vari fronti. Sorvegliate speciali di queste ore sono la frana del Ruinon in Valfurva e la frana della Val Genasca in Valchiavenna.

Soprattutto l'area della Val Genasca a San Giacomo Filippo in Valchiavenna. Le grande quantità di pioggia caduta in questi giorni, 114 mm in 24 ore, ha portato la Prefettura di Sondrio a disporre - dopo un incontro con tutti gli enti responsabili- misure di sicurezza precauzionali fino alla revoca del superamento del livello di rischio da parte del servizio di Protezione Civile di Regione Lombardia.

L'area verrà sorvegliata a vista dai volontari della Protezione Civile che fanno capo alla Comunità Montana del mandamento, congiuntamente ad Anas. Nelle ore notturne la zona sarà illuminata da una cellula fotoelettrica posizionata dai volontari di A2A coadiuvati dai vigili del fuoco.

Una frana ha interessato anche la strada provinciale numero 9 che conduce all’abitato di Val Masino, nelle vicinanze del Ponte del Baffo, un masso ha sfiorato l’auto di un giovane in transito. Grossa paura per il conducente che, fortunatamente, e’ riuscito a mantenere il controllo della vettura e a non finire fuori strada. 

Chiusi per neve i passi Gavia, Stelvio, San Marco, Spluga e Forcola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, Val Genasca sorvegliata speciale

LeccoToday è in caricamento