menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubava le offerte in chiesa, arrestato a Delebio

L'uomo aveva escogitato un metodo per "pescare" monete e banconote dalla cassetta

Rubava il denaro dalla cassetta delle offerte della chiesa di Delebio, ma ieri 22 settembre è stato scoperto ed è finito in manette.

Nei guai è finito il 51enne G.R, di origine napoletana, che aveva fabbricato uno strumento da scasso artigianale per prelevare i soldi dalla cassetta, attaccando del nasto adesivo sull’estremità di un metro allungabile, che infilava nel contenitore per rubare monete e banconote, approfittando della penombra della chiesa.

I suoi movimenti, però, sono stati notati da M.D., carabiniere in congedo residente in paese, che ha subito allertato i colleghi: arrivati tempestivamente, hanno bloccato l’uomo mentre si trovava ancora accanto alla cassetta delle offerte svuotata. Il 51enne a quel punto ha solo potuto ammettere le proprie responsabilità.

Il ladro, arrestato con l’accusa di furto aggravato, è stato sottoposto questa mattina a giudizio direttissimo presso il Tribunale di Sondrio, che lo ha condannato a 4 mesi di reclusione e 120 euro di multa. Nei suoi confronti i carabinieri hanno inoltre richiesto il foglio di via, grazie al quale per tre anni non potrà tornare nella Provincia di Sondrio.

«Il furto in luoghi di culto non è purtroppo una novità in provincia - fanno sapere i carabinieri - Meno di un anno fa, nel mese di novembre, un 42 enne di origine albanese domiciliato nella bergamasca, dopo essersi recato nel santuario di Gallivaggio confondendosi con i fedeli riunitisi per partecipare alla funzione religiosa, aveva utilizzato lo stesso metodo per svuotare la cassetta delle offerte del santuario. Anche in questo caso i Carabinieri avevano arrestato il responsabile, colto in flagranza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento