menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Expo, allo spazio Slow food si raccontano "storie di bitto"

Formaggio del mese all'Esposizione universale. Verrà illustrato dagli esperti persino con un documentario e con un incontro con autori di libri che ne parlano

Il bitto, nelle sue due versioni, il Dop e quello storico, sarà il formaggio del mese allo spazio Slow food di Expo e, in quanto tale, sarà sempre presente in degustazione tra i quattro formaggi della settimana. Si parte con il Dop, protagonista fino all'8 maggio, che cederà il posto al casera Dop per altri sette giorni.

Il 15 maggio tornerà esposto bitto storico per poi ripassare il 22 al bitto dop, per essere poi ancora esposto una settimana ad ottobre. Ma non ci saranno solo degustazioni, il bitto storico sarà protagonista anche di attività culturali presso lo Slow food theatre.

Domani, sabato 2 maggio alle 15 si terrà infatti il primo incontro sul bitto storico. Paolo Ciapparelli, presidente del Consorzio salvaguardia bitto storico e Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la biodiversità racconteranno “storie di bitto”.

Sempre sabato 2 maggio alle 17 per “Slow food on film”, tra i sei filmati presentati, si assisterà anche  “Non insegnare niente ma raccontare qualcosa”, un documentario che mostra dei casari del bitto storico. Domenica 3 maggio alle 15 si prosegue “Incontro con gli autori”, parlando della storia recente del formaggio valtellineseo con Michele Corti e Cirillo Ruffoni, autori di libri sul bitto storico.

Nel corso del semestre saranno infine complessivamente 16 gli incontri dedicati a raccontare “storie di bitto storico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento