menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gal, Borromini ai Sindaci: "È un treno che non possiamo perdere"

Il Presidente della Comunità montana di Morbegno è chiaro con i Primi cittadini del mandamento: "Facciamoci trovare pronti"

«Non c'è bisogno che dica che i soldi a disposizione degli enti locali sono sempre di meno, che se oggi siamo in difficoltà, domani potrebbe essere anche peggio, perché tutti i giorni vi confrontate con la carenza di fondi, per questo motivo è fondamentale, vitale addirittura, sfruttare al massimo le poche opportunità che abbiamo. Una è senza dubbio il Gal con cui la Regione Lombardia mette a disposizione dei territori circa 60 milioni di euro per finanziare dagli otto ai dieci piani d’azione in Lombardia. Dobbiamo fare in modo che fra questi ci sia anche quello della provincia di Sondrio: come? Facendoci trovare pronti con idee e progetti».

È questa la strategia vincente secondo Christian Borromini, presidente della Comunità montana di Morbegno, che sta seguendo il Gal (progetto europeo che garantisce finanziamenti al settore agricolo) in stretto raccordo con la Regione, nelle vesti di vicepresidente della Provincia con delega all’Agricoltura. Con queste parole nella serata di ieri 26 agosto si è rivolto ai sindaci del mandamento, convocati per una riunione informativa ed esortativa: non solo quindi per comunicare ma anche per stimolare. «È un treno che non possiamo perdere - ha continuato Borromini - in questi anni grazie ai fondi assicurati dal Gal abbiamo finanziato moltissimi progetti, dobbiamo proseguire perché le necessità della nostra valle nel settore agricolo sono pressanti, legate sia alla sopravvivenza che allo sviluppo».

L’obiettivo della riunione era anche quello di confrontarsi con gli amministratori pubblici sui bisogni e le emergenze dei singoli comuni sia per il Gal, in vista dell’apertura del bando, il prossimo 15 settembre, sia per il Piano di sviluppo rurale, articolato in varie misure, che pure offre importanti opportunità. In questo senso la comunicazione, chiara ed esaustiva, ha un’importanza fondamentale per il presidente Borromini che, oltre alla riunione di ieri sera, da assessore provinciale all’Agricoltura ha fortemente voluto il convegno “Gli eroi della montagna”, un appuntamento annuale che diventerà fisso e che si svolgerà di volta in volta in varie località della provincia. L’esordio avverrà nella mattinata di sabato 5 settembre a Buglio in Monte e vedrà la partecipazione dell’assessore regionale Gianni Fava che illustrerà le misure del Piano di sviluppo rurale. L’organizzazione sarà a cura della Fondazione Fojanini.

«Gli amministratori pubblici e gli operatori del settore potranno conoscere nel dettaglio e meglio comprendere tutte le possibilità che il Piano di sviluppo rurale offre - conclude il presidente Borromini -. Mi auguro che vi sia una grande partecipazione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento