ValtellinaToday

Morbegno in Cantina, parla la Pro Loco: "La nostra esclusione? Mere giustificazioni"

Non si placano le polemiche legate all'organizzazione dell'evento più noto della Bassa Valle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Pro Loco Morbegno comunica di aver preso atto della decisione dell’Amministrazione Comunale come da delibera n° 161 del 19/08/2016 che riporta quanto segue:

«Precisato inoltre che sia il Consorzio Turistico di Morbegno che il Consorzio Turistico Porte di Valtellina operano in regime di contabilità ordinaria. Ritenuto che la proposta pervenuta dalla Pro Loco di Morbegno, peraltro non pienamente circostanziata, risulta inquadrabile in un contesto associativo, che pur meritevole di attenzione e riguardo per le apprezzate iniziative che la medesima Pro loco offre alla Città di Morbegno, non appare adeguatamente strutturato sotto il profilo giuridico e contabile per la gestione di un evento che ha raggiunto negli anni notevoli dimensioni. Considerato che la pro loco di Morbegno risulta essere comunque associata al Consorzio Turistico porte di Valtellina. Precisato, a questo punto, che la sopra richiamata deliberazione del Consiglio comunale 43/2016 non ha stabilito un criterio di priorità sulla base del quale preferire un operatore rispetto ad un altro. Considerato che avendo, la medesima sopra richiamata deliberazione consiliare 43/2016, fatto riferimento a “ragioni di adeguato coordinamento tra i vari soggetti, che a vario titolo troveranno coinvolgimento nell’evento...” risulta esclusa la necessità di instaurare una procedura di carattere emulativo tra i suddetti vari soggetti interessati, ma, nel contempo, risulta necessaria l’individuazione del soggetto/soggetti che tale coordinamento siano chiamati a svolgere.»

Nella propria domanda di candidatura, protocollata in data 05.08.16, Pro Loco Morbegno aveva messo in risalto la propria disponibilità a collaborare all’organizzazione dell’evento “Morbegno in Cantina 2016” in considerazione dell’importanza degli aspetti commerciali ed enogastronomici coinvolti nonché del consistente richiamo turistico riscosso nelle precedenti edizioni, sottolineando inoltre l’importanza che gli eventuali introiti avrebbero potuto avere per i progetti della Pro Loco Morbegno e sul conseguente incremento delle attività che la stessa avrebbe potuto svolgere alla luce di quanto stabilito all’interno del proprio Statuto Societario:

Art. 18. AVANZI DI GESTIONE b) l’Associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali statutariamente previste.

Quanto sopra esposto implica l’obbligo che la Pro Loco Morbegno ha di reinvestire eventuali proventi sul territorio, portando a termine i progetti iniziati e programmandone di nuovi, impegnandosi a definire interventi specifici a cui destinare eventuali ricavi stanziando un apposito budget per ognuno di essi.

La trasparenza di Pro Loco Morbegno è totale e le motivazioni sull’esclusione della stessa sono state modificate per ben tre volte, apparendo così mere giustificazioni in luogo di reali impedimenti obbiettivi.

L’inquadramento giuridico e contabile (agevolato) di Pro Loco Morbegno avrebbe potuto offrire dei notevoli vantaggi all’intera manifestazione, permettendo di reindirizzare quanto risparmiato dal minor aggravio fiscale a progetti volti allo sviluppo della nostra Città.

Pro Loco Morbegno aveva predisposto, come di consueto, un apposito progetto pronto per essere illustrato ove ciò si fosse reso necessario, purtroppo non gli è stata concessa l’opportunità di farlo.

Anche in questa occasione, avente per oggetto la manifestazione “regina” della Bassa Valtellina, l’attenzione alla valorizzazione della nostra Città avrebbe dovuto essere il principale interesse; al contrario, l’attuale indirizzo operativo ha nuovamente limitato il coinvolgimento delle Associazioni presenti sul territorio, portando Morbegno ad isolarsi da tutto il Mandamento.

Pro Loco Morbegno auspica in ogni caso la piena riuscita dell’evento e si rende nuovamente disponibile alla collaborazione affinché il risultato finale rispetti le attese di tutti i soggetti coinvolti.

Ufficio Stampa
Pro Loco Morbegno

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento