menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I relatori dell'incontro

I relatori dell'incontro

"Buona scuola", grande partecipazione all'incontro morbegnese

“Siamo molto contenti di questa giornata e dell’afflusso di pubblico", ha dichiarato il direttivo locale del PD

Grande partecipazione, lo scorso sabato 26 settembre, all'incontro pubblico promosso dal Circolo PD di Morbegno, con tema la riforma della scuola. “Siamo molto contenti di questa giornata e dell’afflusso di pubblico, nonché degli spunti che sono usciti dalla discussione”, ha dichiarato il direttivo del partito.

Oltre ottanta, infatti, i cittadini che hanno partecipato all'iniziativa, parte della campagna "La #buonascuola cambia l'Italia. 100 incontri sul futuro del paese", che ha visto la presenza di Simona Malpezzi, deputata PD relatrice della "buona scuola" alla Camera.

Diversi i temi affrontati, tra cui la valutazione dei docenti, gli ambiti territoriali, il sostegno, il fondo di dotazione alle scuole.

"Abbiamo avuto modo di capire meglio l’impianto della legge e apprezzare ancora di più le novità introdotte: ad esempio l’organico di potenziamento, che porterà nella nostra provincia da novembre oltre 150 docenti in più rispetto agli anni passati, rappresenta un punto di svolta molto forte e apre delle prospettive nuove per le nostre scuole, permettendo finalmente una maggiore autonomia degli istituti. Anche l’alternanza scuola lavoro, pur nelle difficoltà di implementazione di questo sistema, è certamente qualcosa da salutarsi molto positivamente: la vicina esperienza della val Poschiavo ci ha mostrato che è una strada che, percorsa con intelligenza, può dare risultati davvero importanti".

Particolarmente sentito è stato il tema degli insegnanti di sostegno, ridotti rispetto all'anno passato a causa di un riequilibrio realizzato a Milano. L'onorevole Malpezzi ha promesso, in coordinamento con i dirigenti del partito e il senatore Mauro Del Barba, di intervenire al più presto sul tema.

“Si è parlato molto di cosa cambia per i docenti, ma questa riforma introduce significative opportunità anche per gli studenti: la scelta delle materie opzionali, nell’ultimo biennio, e la partecipazione di un rappresentante degli studenti all’interno del Comitato di contribuiscono a responsabilizzare ragazzi e ragazze“, ha commentato il segretario del Circolo della Bassa Valle, Gusmeroli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Ferrate lecchesi: convenzione firmata, a maggio l'inizio dei lavori

  • Attualità

    Firma messa: cinque strade provinciali diventano di Anas

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento