menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morborock 2016: due serate ricche d'energia e vibrazioni rock

Venerdì 27 e sabato 28 torna alla colonia fluviale di Morbegno uno degli eventi musicali più attesi del panorama valtellinese

La settima edizione di uno degli eventi più attesi del panorama musicale valtellinese è alle porte: Morborock 2016 aprirà i battenti venerdì 27 maggio, per regalare, come di consueto, due serate ricche di energia e vibrazioni rock. Il festival firmato Lokazione APS in collaborazione con Arci Demos e patrocinato dal Comune di Morbegno, negli anni è cresciuto esponenzialmente, guadagnandosi di diritto un posto fisso fra gli appuntamenti più apprezzati e seguiti della scena locale, come dimostrano le oltre 2000 partecipazioni dell’edizione 2015.

Anche quest’anno, a fare da cornice a questa imperdibile kermesse, sarà la Colonia Fluviale di Morbegno (SO), location storica e ormai simbolo inequivocabile della “diffusione del Morbo”. L’edizione 2016 sarà scandita da un quesito: “Lo senti il Morbo?”.

Una domanda che apre molte prospettive, perché “sentire il Morbo” non significa soltanto ascoltare buona musica indipendente, ma anche apprezzare l’arte e l’artigianato locali, gustare il cibo a Km0 e, soprattutto, condividere con gli altri l’energia di unico palcoscenico. Insomma, il Morbo si sente...in tutti i sensi!

Si comincia venerdì 27 maggio alle 19:00 con una cena a base di sapori toscani e non solo. Ad aprire il Festival il sound alternative/space rock dei valtellinesi Castaways Roaming che presenteranno il loro primo lavoro in studio “The Middle End”, per poi proseguire con il mix di etno rock, psichedelia e improvvisazione dei Rich Apes, per un’esplosione di musica fatta di istinto e ritmo puro. Seguirà un pazzesco stoner-metal: quello degli Isaak, band nata dalle ceneri di Gandhi’s Gunn e sotto contratto mondiale con l'etichetta americana Small Stone Records. Heavy rockness, solo per le orecchie più allenate! Finale attesissimo per la prima serata, con i Carrions N.N., storica band hardcore della scena valtellinese anni '90 che, a vent’anni dall’incisione del loro ultimo cd, tornano in grande stile, riproponendo il loro suono ruvido e potente.

Dalle 19.00 di sabato 28 maggio, dopo una cena dai sapori tipici della tradizione valtellinese, si ripartirà con Phill Reynolds, cantautore e storyteller vicentino con alle spalle più di 200 concerti in tutta Europa e negli States, che con il suo stile folk-blues porterà al Morborock struggenti racconti di vita e di umanità. Atmosfere completamente diverse quelle che accompagneranno l’ingresso sul palco degli Edless: band alternative rock milanese, che coniuga le sfumature della scena alternative anni ‘90, a quelle più contemporanee della musica elettronica. Canzoni dalle chiare influenze emo anni ’90 e una forte attitudine punk per la terza band della serata: le The Smudjas, che, alle porte di un tour europeo, porteranno in Valtellina il loro rumore, le loro emozioni, le loro urla. Tutte al femminile! Chiusura strepitosa della settima edizione con Motta, ex paroliere dei Criminal Jokers e polistrumentista prezioso per Nada, Zen Circus e molti altri. Al Morborock porta il suo disco solista "La fine dei vent'anni", composto insieme al produttore Riccardo Sinigallia, in cui la descrizione della quotidianità urbana è scandita da un impianto di canzoni d'autore, contaminate da ritornelli pop, influenze etno e immediatezza punk.

Un finale di spessore, veramente da non perdere! Il doppio appuntamento con Morborock VII è fissato per venerdì 27 e sabato 28 maggio 2016, a partire dalle 19:00 presso la Colonia Fluviale di Morbegno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento