menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova Olonio, arrestata banda di topi d'appartamento

Nel pomeriggio di ieri, 14 novembre 2014, i carabinieri di Delebio in collaborazione con il nucleo operativo di Chiavenna, hanno arrestato in flagranza di reato tre stranieri e ne hanno denunciato un quarto, tutti provenienti dalla provincia di Torino, con l’accusa di tentato furto in abitazione e in esercizi commerciali in concorso. 
 
Nel primo pomeriggio di ieri, un cittadino di Nuova Olonio, frazione di Dubino (SO), ha notato due donne apparentemente rom che si aggiravano nei pressi delle abitazioni e, insospettito dal comportamento delle due, ha deciso di chiamare i carabinieri. Nel frattempo, una delle due donne stava tentando di forzare la porta d’ingresso di un negozio di abbigliamento mentre l’altra aveva già scavalcato la recinzione di una villetta poco distante. 

Un complice delle due donne, che si trovava a bordo di un’auto in sosta, ha però intuito che il cittadino aveva notato i movimenti delle ladre e le ha richiamate con un fischio. Le donne, allarmate dal segnale lanciato dal “palo”, sono salite velocemente in macchina, dandosi alla fuga insieme ai complici. Propio in quel momento stava giungendo sul posto una pattuglia dei carabinieri di Delebio che si è messa subito all’inseguimento dei malfattori, riuscendo a bloccarli in via Europa. 

A bordo del veicolo si trovavano Marinovik Vanesa, 21enne macedone, e Stojanovic Marina, 23enne della provincia di Ferrara, notate poco prima aggirarsi nei pressi delle abitazioni, Radulovik Zlatan, 42enne macedone, il complice che aveva dato l’allarme con un fischio, e S. J., 32enne da Pisogne (BS), che in braccio aveva la figlia di appena un anno. Sull'auto i militari hanno trovato anche una chiave a stella per bulloni e una chiave ad L con un’estremità appiattita. Dalla ricostruzione dei carabinieri è risultato che i quattro siano i responsabili di alcuni tentati furti presso 2 abitazioni e 4 esercizi commerciali avvenuti poco prima sempre a Nuova Olonio.

Marinovik Vanesa, Stojanovic Marina e Radulovik Zlatan, tutti provenienti da Leini (TO), sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto in abitazione e in esercizi commerciali in concorso, mentre S.J., anch’essa domiciliata a Leini, è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato ma non andrà in carcere perché unico genitore in grado di accudire la figlia di un anno.
 
Al momento sono in corso ulteriori indagini coordinate dalla procura della Repubblica di Sondrio per accertare se la banda sia quella che nei giorni passati ha razziato le abitazioni della bassa valle e dell’alto Lario. L’attività di vigilanza sul territorio, intensificata nelle aree e durante fasce orarie più sensibili, continua con il massimo impegno da parte dei carabinieri, per garantire tranquillità e senso di sicurezza alla popolazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento