menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche la pesca turistica alpina nelle novità per l'estate 2016 della Valgerola

Istituita zona di pesca con semina da parte dell'Unione Pesca sportiva di Sondrio, l'amministrazione di Gerola alta entusiasta: «Si realizza un progetto diretto al turismo che inseguivamo da anni»

Apre in questi giorni il nuovo centro di pesca turistica a Gerola alta. Si tratta di una sezione di fiume individuata in centro paese, su tutta la zona giovedì i tecnici della Unione Pesca sportiva della Provincia di Sondrio hanno effettuato una prima semina di circa 80 Kg di pesce “pronta pesca”: trote iridee, temoli. Negli uffici turistici e informativi di Gerola si possono acquistare i vari tipi di permessi e licenze di pesca.

«A Gerola, in un lungo tratto del torrente Bitto, proprio in centro paese, e vicino alla nuova passerella pedonale – ha precisato ieri il sindaco di Gerola Alta Rosalba Acquistapace – è stata istituita la nuova zona di pesca turistica. Nasce da un accordo siglato dal Comune con l'Unione Pesca sportiva della Provincia di Sondrio, era da parecchio tempo che perseguivamo questo progetto, che ora si realizza, in un'estate già ricca di novità negli spazi urbani e nei contesti pubblici. È un servizio particolarmente innovativo, si pesca a Gerola, possono munirsi di canne e mulinelli i nostri villeggianti, che scoprono così una opportunità in più di divertimento e ricreazione, ma – aggiunge – si può venire nella nostra stazione alpina anche solo per pescare nelle acque del Bitto. Scegliendo pacchetti di vacanza a tema messi a punto dal nostro ufficio turistico, per gli appassionati, le famiglie, i bambini. Il tratto di fiume approntato è lì, a pochi metri dalle finestre degli alberghi. La località si presta ad una vacanza diversificata, varia, rigenerante, e prosegue la nostra azione volta a fare scoprire i mille modi di vivere giorni di svago in montagna, in Valtellina».

«Come Ecomuseo della Valgerola – ha anche spiegato il sindaco – abbiamo dato un contributo economico all'Unione per sostenere l'iniziativa, la località con le sue risorse, investe come sempre sul fronte ricettivo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento