menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ski area Pescegallo (waltellina.it)

La ski area Pescegallo (waltellina.it)

Pescegallo a rischio chiusura, Borromini: "Mi impegno per il mantenimento degli impianti"

Il presidente della Comunità montana commenta la difficile situazione della struttura in Valgerola

«La legge di stabilità ci impone oggi un intervento che probabilmente andava promosso molto tempo fa perché la situazione debitoria in cui versa la Pescegallo 2000 si è progressivamente deteriorata negli anni e non ammette proroghe ulteriori. Dobbiamo agire tutti insieme, enti pubblici e privati, per garantire la sopravvivenza della società o, in alternativa, una soluzione che ci consenta di raggiungere il nostro obiettivo prioritario: mantenere lo sci in Valgerola, l’unica stazione sciistica della Bassa Valtellina. Il nostro impegno come ente comprensoriale sarà quello di convocare un tavolo di confronto: gli impianti sono un patrimonio della Bassa Valtellina, costruiti perlopiù con fondi pubblici, ed è nostro dovere tutelarli».

Così il presidente della Comunità Montana Christian Borromini esprime i dubbi relativi alla gestione societaria della Pescegallo 2000 ribadendo un punto fermo: l’impegno per la Valgerola. L’ente, sancisce la legge, non può mantenere partecipazioni in società che, è il caso della Pescegallo 2000, non rispondono ai criteri indicati: un numero di dipendenti superiore a quello degli amministratori, l’attivo di bilancio. In questi casi s’impone un piano di razionalizzazione che, nello specifico, prevede una serie di condizioni, tra cui la riduzione dei costi generali e la formazione di un piano di rientro per i 170 mila euro dovuti alla Comunità Montana.

Quest’ultima, se il piano non verrà realizzato entro la fine del 2015, dovrà mettere in vendita la sua quota, pari al 71% del capitale sociale, che potrà essere acquistata inizialmente dai soci che hanno diritto di prelazione, quindi da altri. «La legge è chiara - spiega il vicepresidente Alan De Rossi, che martedì in assemblea ha illustrato la proposta di delibera sul piano di razionalizzazione delle società partecipate - così com’è strutturata e gestita la Pescegallo 2000 non può continuare ad operare, deve esserci un deciso cambio di rotta. È evidente come non si tratti di un problema della sola Comunità Montana ma anche dei Comuni soci, seppure con piccole partecipazioni, e dell’intero territorio. Tutti dovranno fare la loro parte per risolverlo».

La situazione economico-finanziaria della società, come evidenziato dal revisore contabile incaricato, è complessa: dal 2010 la Comunità Montana non riceve il rimborso del mutuo contratto per suo conto, mentre la stessa Pescegallo 2000 vanta un importante credito nei confronti della Fupes per il mancato pagamento del canone di affitto degli impianti.

Si aggiunge una situazione complessiva del comparto degli impianti a fune particolarmente difficile estesa a tutto il nord Italia. I costi di gestione sono elevati come pure gli interventi di manutenzione ordinaria: la revisione delle funi, prevista l’anno prossimo, ad esempio, comporterà una spesa di 175 mila euro.

«Al di là della situazione contingente, di quello che è il passato della Pescegallo 2000 e del suo futuro - conclude il presidente Borromini - bisogna considerare i risvolti economici e sociali degli impianti della Valgerola sull’intero comprensorio. Lo sci anima la stagione invernale della valle garantendo un lavoro a molte persone e l’indotto che esso genera; la vicinanza degli impianti favorisce la pratica sportiva per i nostri ragazzi. Queste sono le nostre prime preoccupazioni come ente pubblico, che condivideremo con gli altri attori che sederanno al tavolo di confronto: chiediamo la collaborazione di tutti perché soltanto insieme potremo trovare la soluzione migliore possibile, per la Pescegallo 2000 e per la Valgerola. Da presidente della Comunità Montana e da vice presidente della Provincia assicuro il mio impegno per il mantenimento degli impianti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento