menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Rifugio Omio cerca un nuovo gestore

La Famiglia Fiorelli, che gestisce il Rifugio da quasi ottanta anni, ha infatti deciso di lasciare

La Società Escursionisti Milanesi intende avviare un’indagine preliminare per la selezione di Persone e/o Enti, interessati all’acquisizione con la formula del “diritto di superficie” del Rifugio Alpino Omio e relative pertinenze, sito in comune di Val Masino (SO), per un periodo di 15/20 anni.

La Famiglia Fiorelli, che gestisce il Rifugio Omio da quasi ottanta anni a cui va tutta la riconoscenza per aver seguito ogni avvenimento che riguardasse il rifugio dalla sua costruzione, ma soprattutto aver garantito l'accoglienza di un numero incalcolabile di appassionati di montagna, ha infatti deciso di lasciare.

È quindi necessario cercare nuove Persone e/o Enti, interessati a riceverne il testimone tramite acquisizione di diritto di superficie. "Il diritto di superficie" rappresenta sicuramente un maggior impegno per chi voglia farsi carico della gestione del rifugio, ma permetterà alle realtà interessate un maggior spazio d’impresa e migliori garanzie di operatività e continuità nella gestione stessa del Rifugio.

È una proposta di gestione diversa dalle solite, atta a rendere più flessibile la conduzione del rifugio a fronte di un miglior servizio reso ad alpinisti ed escursionisti che frequentano la montagna e i suoi rifugi.

Chi fosse interessato alla proposta può inoltrare domanda con i propri dati anagrafici e curriculum professionale all’indirizzo email segreteria@caisem.org, a cui sarà anche possibile chiedere ulteriori informazioni. Nella selezione dei candidati sarà data priorità all’esperienza pregressa in ambiente montano, in particolare nella gestione di attività analoghe o imprenditoriali in montagna.

Si consiglia consultare il sito www.caisem.org

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento