ValtellinaToday

Morbegno, l'amministrazione Ruggeri torna sui presunti ordinativi per conto del Consorzio Turistico

"Questa minoranza usa i mezzi di informazione per fare pesanti illazioni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

 In relazione agli articoli apparsi sulla stampa in merito a presunti ordinativi effettuati dall’amministrazione comunale per conto del Consorzio Turistico di Morbegno, la stessa smentisce categoricamente ogni addebito.

Il Comune di Morbegno non ha mai effettuato ordinativi per conto del Consorzio Morbegno in relazione alla manifestazione Morbegno in Cantina, come risulta evidente da una semplice verifica delle determine degli uffici e delle delibere di giunta, atti pubblici disponibili all’albo pretorio, nei quali non vi è traccia di quanto la stampa e la minoranza “Morbegno è Ora” suggeriscono. Si ricorda peraltro che questi atti amministrativi sono obbligatori per poter procedere ad ordini di acquisto da parte di un ente pubblico.

“La minoranza poteva tranquillamente richiedere un accesso agli atti, come d’altro canto ha fatto in altre occasioni, per verificare quanto affermato, o confrontarsi con la giunta stessa. Come di consueto ha preferito affidare la propria apprensione alla stampa, relegando la veridicità dei fatti a un aspetto marginale, incurante delle gravi accuse quantomeno suggerite, generando ancora una volta nei cittadini allarmismi e preoccupazioni inconsistenti e inopportune”- ha dichiarato il sindaco Andrea Ruggeri .

Si evidenzia che la richiesta ufficiale di chiarimento è stata inviata dalla minoranza “Morbegno è Ora” agli uffici comunali con almeno due giorni di ritardo rispetto alle prime dichiarazioni di Ronconi apparse sulla stampa.

Questa minoranza, dunque, usa i mezzi di informazione per fare pesanti illazioni, senza prima aver verificato alcunché.

“L’essere amministratori – e i componenti della minoranza lo sono - comporta l’obbligo istituzionale oltre che morale di verificare la fondatezza delle proprie affermazioni prima di rilasciare dichiarazioni pubbliche” – ha aggiunto il capo-gruppo di maggioranza Annalisa Perlini .

In merito a tali gravi e non verificate dichiarazioni l’amministrazione Ruggeri si riserva di tutelarsi nelle forme e nelle sedi più opportune.

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento