menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'isola sull'Adda (foto Marco Bonati)

L'isola sull'Adda (foto Marco Bonati)

Traona, 900mila euro per la riqualifica dell'isola dell'Adda

Grazie ad un intervento della Comunità montana di Morbegno presto sarà raggiungibile tramite due passerelle

L’isola che non c’era, perché impossibile da raggiungere e coperta da una fitta vegetazione, ora c’è. Grazie all’intervento di riqualificazione programmato dalla Comunità montana di Morbegno, finanziato con 900mila euro di fondi europei, la lingua di terra al centro dell’Adda, nei pressi della Valletta, a Traona, entro l’estate sarà fruibile.

Si potrà raggiungere attraverso le due passerelle coperte che tanto ricordano i ponti della contea di Madison, nello stato americano dell’Iowa, resi celebri dall’omonimo film. Due passerelle gemelle della lunghezza di 35 metri, l’una sulla sponda destra, a Traona, l’altra sulla sponda sinistra, a Cosio Valtellino, installate alla fine del 2014, consentiranno a pedoni e ciclisti di raggiungere l’isola, di percorrerla lungo il sentiero di 350 metri tracciato nella parte centrale e quindi di superare agevolmente l’Adda, in completa sicurezza, proseguendo sul Sentiero Valtellina fino al ponte di Ganda, a Morbegno, per arrivare, ad esempio, al vicino Parco della Bosca.

In questi giorni sono alle fasi conclusive i lavori per la sistemazione del sentiero e per la messa in sicurezza delle scogliere. «È un progetto al quale teniamo molto poiché va nella direzione di migliorare la fruibilità del nostro territorio a vantaggio sia dei residenti che dei turisti - spiega il presidente Christian Borromini - La preferenza accordata al cosiddetto "turismo dolce" trova la Bassa Valtellina pronta a rispondere alle esigenze dei turisti intenzionati a scoprire il territorio in bicicletta. Come ente stiamo investendo molto in questo ambito sia per il completamento del sentiero Valtellina sia per la realizzazione della Via dei terrazzamenti, nel tratto di nostra competenza, inserito nel più ampio progetto del Distretto culturale della Valtellina».

I primi a raggiungere l’isola saranno ciclisti e runner, ma con l’autunno ne prenderanno possesso gli alunni degli istituti comprensivi di Traona e di Ardenno destinatari di un progetto che vede quale capofila la Comunità montana denominato "Teaching in the river along Sentiero Valtellina". La realizzazione di aule all’aperto consentirà di promuovere lezioni di educazione stradale, ambientale, naturalistica e geografica, mentre un altro breve sentiero, percorribile a piedi, permetterà di raggiungere la punta dell’isola, a est, che diventerà un punto di osservazione.

Il progetto educativo, molto articolato, prevede anche la promozione di un concorso di idee per la creazione di un "personaggio teacher" che, attraverso una serie di bacheche, presenterà le principali tematiche, e la realizzazione di un sito internet a cura del Circolo culturale numismatico e filatelico morbegnese che, insieme agli istituti scolastici e ad altre associazioni, è partner del progetto.

Un’attenzione particolare è riservata al miglioramento forestale e alla piantumazione di specie arboree autoctone per la ricostituzione del bosco tipico dell’area fluviale, mentre alcune aree saranno a disposizione delle scuole che metteranno alla prova il pollice verde degli alunni. L’installazione di webcam consentirà da un lato di monitorare gli accessi per valutare la fruizione dell’isola, dall’altro di sorvegliare la zona.

«Crediamo molto in questo progetto - spiega il consigliere delegato alle Piste ciclabili e alla Sentieristica Giovanni De Pedrina - riteniamo possa offrire ai ragazzi l’opportunità di conoscere da vicino il nostro territorio e di viverlo più intensamente. Con l’estate l’isola sull’Adda si potrà raggiungere per una sosta oppure attraversare per spostarsi da una sponda all’altra del fiume senza lasciare il Sentiero Valtellina, lontani dai pericoli e dal traffico della statale 38. È un’area caratteristica, suggestiva per la sua posizione, che sinora si poteva soltanto ammirare dalle rive dell’Adda: presto si potrà anche conoscere».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento