menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valgerola, ecco i camp estivi per bambini

Si gioca, si costruisce, si apprende: ci si muove tra i prati e i boschi della Valgerola e la sera si torna a casa

L'estate è arrivata in Valtellina. Le città e i paesi del fondovalle qualche volta però nei mesi caldi diventano un po' meno abitati e poco frequentati, anche un po' tristi, specie per i bambini. Qualcuno se può anticipa le ferie, ma c'è chi tra gli under 14 deve organizzare mare e montagna compatibilmente con i ritmi lavorativi di papà e mamma.

Per loro ci sono proposte di “camp” nelle località di fondovalle, organizzate nelle colonie estive, nei parchi scolastici dei paesi, ma per chi – genitori e figli – preferisce a luglio, agosto trascorrere giornate all'aria aperta, magari in quota, magari in una delle più belle valli alpine del comprensorio valtellinese e bassovaltellinese, la scelta è facile. Ci sono le giornate e le “attività estive” dell'Ecomuseo della Valgerola. Si sale in montagna con il pullman la mattina o il pomeriggio, con le corse di linea e l'assistenza di un accompagnatore dell'organizzazione che riceve e scorta i giovani utenti da Morbegno fino alla fermata dei bus di Gerola alta. Lì i giovani vengono presi in consegna dagli animatori dell'Ecomuseo che organizzano settimane “tematiche” di ricreazione. Si gioca, si costruisce, si apprende: ci si muove tra i prati e i boschi della Valgerola, e la sera si torna a casa. In questa settimana si sta svolgendo il percorso tematico “Giovani esploratori”.

«Per tutto luglio e agosto, dal lunedì al venerdì, con la possibilità di scegliere la formula di soggiorno e gioco “Mattina più pranzo”, o di frequentare solo il pomeriggio, la Valgerola propone minivacanze per bambini e ragazzi dai 6 agli 11 anni – precisa Sergio Curtoni, responsabile didattico a Gerola dell'Ecomuseo, ed educatore professionale – vengono decine di ragazze e ragazzi tutti i giorni e settimane, sia da Morbegno, sia dai paesi vicini. Ormai – precisa – siamo una istituzione, anche grazie al prestigio come luogo formativo di didattica calata nella natura e nell'ambiente guadagnato dall'Ecomuseo. E trascorrere parte della propria estate in montagna con coetanei, è una grande esperienza»

«La giornata – precisa Curtoni – inizia la mattina a ritmi tranquilli: di norma i bambini portano con loro i compiti delle vacanze, ci si organizza per le uscite, il tutto con la supervisione degli animatori. Poi si prosegue con i giochi di gruppo e le passeggiate, mentre nel pomeriggio gli animatori coinvolgono i giovani in attività a tema. In questi giorni – prosegue – stiamo svolgendo grandi giochi di orientamento con bussola e cartine, si “misura” il tempo costruendo la meridiana. Un po' piccoli esploratori, un po' giovani Robinson Crusoe. Insegniamo tutti i nodi di corda, e i segnali per non perdersi nei boschi, andiamo a cercare le erbe curative. Nelle prossime settimane avremo i Boss delle Torte, apprendisti pasticcieri alla prova al Palagerola, i Giovani artisti».

I costi. 20 euro la giornata intera con pranzo variato, servito dai ristoranti della zona, e merenda. Sei euro per la partecipazione solo il pomeriggio, merenda compresa. Info e iscrizioni: «Si telefona al 334.9152272 – dice Curtoni – telefono sempre attivo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento