menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il pieno in Svizzera conviene ancora?

Per il momento si nonostante il giorno in cui è partita l'attivazione della carta sconto gasolio, le autorità monetarie elvetiche abbiano deciso di mettere fine al tetto fissato per il cambio euro-franco

Nonostante il cambio sfavorevole, la benzina in Svizzera resta conveniente, ma ormai lo è sempre meno. La decisione della banca centrale elvetica di liberalizzare il tasso di cambio del franco svizzero rischia quindi di far perdere gli effetti positivi della carta sconto benzina e gasolio.

"Come sempre l’ambasciata italiana in Svizzera effettuerà un monitoraggio del prezzo medio del carburante nelle province di Como, Lecco e Sondrio e quello dei distributori svizzeri stabilendo così, con i tecnici della Regione, la quantità dello sconto da applicare di volta in volta - spiega la consigliere regionale Daniela Maroni - quindi non ci sarà mai una concorrenza al contrario da parte dei nostri distributori. Di contro credo che il fenomeno del pendolarismo del pieno non sarà mai comunque archiviato: le compagnie petrolifere non vorranno perdere questa clientela affezionata e quindi faranno delle politiche di contenimento dei prezzi per non perdere questa fetta di mercato particolarmente appetibile.". 

"Rimane il fatto che tutto il meccanismo da cui è nata la carta sconto si basa su una lotta agli effetti dannosi del cambio, quindi non saremo certamente noi oggi a cambiare idea solo perché ora il tasso di cambio è potenzialmente a nostro favore dopo che per anni è stato contro". 

Per il momento tutto quindi prosegue come prima, compresa l’attivazione della carta sconto gasolio da parte dei residenti nella fascia A, sono 14 i comuni della provincia di Sondrio, partito da pochi giorni a causa di ritardi burocratici che hanno fatto slittare la sua reale attivazione che è partita, ironia della sorte, proprio lo stesso giorno in cui le autorità monetarie elvetiche hanno deciso di mettere fine al tetto fissato per il cambio euro-franco.

"Nel caso in cui lo sconto non dovesse più servire, i fondi in arrivo da Roma saranno semplicemente accantonati in attesa che i tempi cambiano" conclude Daniela Maroni. Il calcolo dello sconto può essere effettuato di giorno in giorno grazie a una rilevazione quotidiana del prezzo del carburante fai da te che la Regione ha a disposizione da quando i gestori mettono online i prezzi applicati alle pompe di benzina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento