Valtellina

Prevenzione e soccorso, la polizia sulle piste da sci

In coincidenza con le festività di Sant’Ambrogio e dell’Immacolata ha avuto inizio il “servizio di sicurezza e soccorso in montagna” svolto dalla polizia di stato nelle principali località sciistiche della provincia di Sondrio.

Il servizio è ispirato al concetto della ”Polizia di prossimità” ed è finalizzato, oltre all’attività di soccorso in caso di incidenti, alla vigilanza delle piste sci in modo da prevenire comportamenti pericolosi.

Tutti gli operatori impiegati nel servizio hanno frequentato un corso di specializzazione, particolarmente qualificato, svoltosi presso il Centro Addestramento Alpino della polizia di stato di Moena (TN).

Nella passata stagione invernale, gli interventi di soccorso sulle piste da parte della polizia di stato sono stati 1862 di solito conseguenti a cadute accidentali o a collisioni tra sciatori; nello specifico: 214 a Chiesa in Valmalenco, 149 ad Aprica, 638 a Livigno, 525 a Bormio e 336 a Madesimo.

Complessivamente, sono state accertate 170 violazioni di carattere amministrativo, in prevalenza per inosservanza della normativa regionale relativa alla segnaletica lungo le piste da sci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione e soccorso, la polizia sulle piste da sci

LeccoToday è in caricamento