menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“100 tappe in Lombardia”: Consiglio regionale in Valtellina

Presidente Cattaneo: “Inserire nello Statuto la specificità di Sondrio come territorio interamente montano"

La Valtellina e il suo territorio sono stati ieri protagonisti di "100 tappe in Lombardia”, il viaggio di lavoro del Consiglio regionale attraverso il territorio lombardo, che ha toccato Sondrio, dopo essere già stato nei mesi scorsi negli altri capoluoghi di provincia.

Per tutta la giornata la delegazione composta dal Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, dal Consigliere Segretario Eugenio Casalino e dal Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Ugo Parolo, ha tenuto una serie di incontri con cittadini e istituzioni e visitato alcune realtà simbolo del tessuto economico e sociale del territorio. 

"L'aspetto di maggiore criticità sottolineato nel corso degli appuntamenti è legato alle riforme istituzionali che rischiano di far perdere le specificità e le diversità dei vari territori e che, in questo caso, vanno a penalizzare le caratteristiche del territorio di Sondrio - ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, nel corso della conferenza stampa alla Fondazione Fojanini -. Il Consiglio regionale vuole garantire le peculiarità di tutti territori che fanno grande la nostra Regione: è per questo che raccolgo la proposta di inserire nello Statuto della Lombardia quella che è la specificità di Sondrio, che è territorio interamente montano".

"Nel corso degli incontri - ha proseguito Cattaneo - è stato sottolineata l'efficacia degli strumenti messi in atto dalla Regione, come l'Accordo quadro di sviluppo territoriale. Credo sia una necessità preservare questo strumento importante di ascolto e intervento a favore del territorio".

Tra i numerosi appuntamenti, quelli con il Sindaco Alcide Molteni e il Presidente del Consiglio comunale Carlo Zanesi, il Commissario Straordinario della Provincia Massimo Sertori e il Prefetto Carmelo Casabona. 

Il potenziamento e l'adeguamento degli impianti di risalita, la necessità di migliorare i collegamenti infrastrutturali e viabilistici con Milano e di semplificare le normative esistenti per favorire la corretta gestione e valorizzazione delle aree forestali e sviluppare la filiera boschiva, la promozione della candidatura dei "terrazzamenti vitati" valtellinesi fra i siti del patrimonio Unesco e la presenza della Valtellina a Expo 2015 sono stati i temi principali affrontati da Massimo Sertori, che ha lanciato un appello per trovare soluzioni concrete e soddisfacenti ai continui disservizi ferroviari che interessano la tratta con Milano.

Il sindaco Alcide Molteni ha evidenziato a sua volta i problemi infrastrutturali e viabilistici, sottolineando anche la necessità di trovare le risorse necessarie per migliorare la mobilità interna alla Valle e non solo verso il capoluogo milanese. In particolare Molteni si è poi soffermato sul tema del welfare: "Le risorse e le competenze devono restare in carico agli Enti territoriali: la riorganizzazione dei presidi ospedalieri e dei servizi sociosanitari deve essere concordata col territorio".

Soddisfatto il Consigliere Segretario Eugenio Casalino: "L'iniziativa 100 tappe si sta rivelando molto utile per conoscere da vicino i territori lombardi e approfondire così direttamente le esigenze e i problemi dei cittadini lombardi. Tocca ora al Consiglio regionale cercare di dare risposte concrete alle sollecitazioni pervenute".

 "Stiamo lavorando in stretta sinergia con gli amministratori locali per trovare soluzioni condivise, soprattutto sul piano viabilistico e infrastrutturale -ha aggiunto il Sottosegretario Ugo Parolo-. In questi ultimi anni il territorio valtellinese gode di una rinnovata e significativa attenzione da parte dell'istituzione regionale, e confidiamo che la peculiarità  montana della Valtellina sia sempre piu' valorizzata e riconosciuta".

La delegazione regionale ha fatto visita alla Fondazione Fojanini e al Consorzio Melavì di Ponte in Valtellina, nel pomeriggio la delegazione si è spostata a Tirano per un incontro con operatori e ospiti della comunità terapeutico-riabilitativa dell’Associazione “Il Gabbiano Onlus” e la visita alla Basilica della Madonna di Tirano. 

La giornata si è conclusa alle 18 a Sondrio presso lo Ster di via del Gesù, con un focus group che ha coinvolto cittadini e amministratori locali.

I temi, le richieste e le sollecitazioni raccolte durante gli incontri saranno oggetto di una risoluzione che sarà prossimamente sottoposta all'esame e all'approvazione del Consiglio regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento