Sondrio

2016, anno del turismo lombardo: al centro la provincia di Sondrio

"Puntiamo su natura, sport ed enogastronomia per offerte esperienziali uniche e specifiche"

foto www.valtellinaturismo.com

Il 2016 è l'anno del turismo lombardo. Promozione e valorizzazione del territorio, questi gli elementi che delineano la collaborazione tra la provincia di Sondrio e la Regione nella comune volontà di puntare sul settore forse più strategico per la Valtellina.

In particolare, tramite Explora - Destination Management Organization, il cui scopo è valorizzare l'offerta turistica dei territori regionali e promuoverla in modo integrato - la Regione intende mettere a disposizione una serie di servizi e iniziative di promozione, sia con l'ausilio dei canali tradizionali che tramite strumenti più innovativi, quali workshop, canali web e social.

In questo contesto, particolare attenzione è riservata alla montagna, con il progetto strategico di valorizzazione dell'offerta turistica valtellinese. Un'iniziativa da 800mila euro da realizzare in collaborazione con la Camera di Commercio, la Provincia, l'Unione del Commercio del Turismo e dei Servizi e il Bim; mentre alla società Explora e a Valtellina Turismo è affidato il compito di concretizzare i progetti.

«In Valtellina - ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo sviluppo economico della Lombardia - abbiamo inaugurato con le associazioni, le realtà pubbliche e private e i protagonisti della filiera turistica una sinergia virtuosa, sostenuta da un considerevole impegno economico della Regione con la consapevolezza che solo insieme si possono cogliere le grandi opportunità di crescita che sta offrendo il mercato».

«Per il turismo in Lombardia - ha rimarcato l'assessore - questo è un periodo di importanti cambiamenti: abbiamo da poco approvato la nuova legge e rilanciato la mission della società Explora, ora Dmo. Inoltre, con l'iniziativa "2016 anno del turismo lombardo" abbiamo lanciato un piano di investimenti per 60 milioni di euro con l'intenzione di consolidare l'eredità di Expo, sostenere la filiera, migliorare la promozione e la reputazione della Lombardia e valorizzare tutti quegli ambiti meno maturi e più promettenti della nostra offerta: il turismo religioso, enogastronomico, culturale e il cicloturismo».

«La nostra attenzione in Valtellina è rivolta a valorizzare la sua grande vocazione turistica, superando la frammentazione e puntando sui principali asset del turismo montano invernale ed estivo, quali il contatto con la natura, lo sport e l'enogastronomia, in modo da creare e promuovere offerte esperienziali che si rivolgano a target specifici».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

2016, anno del turismo lombardo: al centro la provincia di Sondrio

LeccoToday è in caricamento