menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa della Liberazione: ecco tutte le cerimonie per il 25 aprile in Valtellina

A Bormio la manifestazione ufficiale: dopo la messa e gli interventi della autorità partirà il corteo. Eventi anche negli altri Comuni

Si avvicina Il 70esimo anniversario della Liberazione che sarà celebrato come di consueto sabato 25 aprile in molti Comuni della Provincia di Sondrio.  A Bormio si terrà la manifestazione ufficiale provinciale (secondo il turno fra le cinque città della provincia).

Il Comitato (che riunisce Provincia, Comunità montane, Comuni, organizzazioni sindacali, Anpi e Issrec), organizzatore della manifestazione in coordinamento con la Prefettura, ha reso pubblico il programma delle manifestazioni che, nella mattinata di sabato 25 aprile, prevede a Sondrio (alle 8.45) l’omaggio al monumento alla Resistenza e alla memoria del tenente colonnello Edoardo Alessi, comandante provinciale dei Carabinieri e della Resistenza armata locale, caduto per la Libertà, presso la caserma dei Carabinieri intitolata al suo nome alle 9.

A Bormio la cerimonia inizierà alle  10.15 con il ritrovo presso la Collegiata. Alle 10.30 seguirà la messa, con la partecipazione delle autorità e delle rappresentanze provinciali e locali. Alle 11.15 avrà inizio la cerimonia ufficiale, con l’intervento di una formazione militare in armi e della banda cittadina, che prevede i discorsi del sindaco Giuseppe Occhi, del presidente della Provincia Luca Della Bitta e del presidente provinciale dell’Anpi Sergio Caivano.

Seguirà un corteo che raggiungerà il monumento ai Caduti di piazza V Alpini dove verranno resi gli onori militari e deposta una corona d’alloro. Una delegazione si recherà poi al cimitero per rendere omaggio ai partigiani e ai militari americani caduti per la libertà nel Bormiese nella cappella che li ricorda.

Alle14.30, nella sala conferenze della Banca popolare di Sondrio il professor Sergio Caivano ricorderà la figura del Comandante “Tom”, Cesare Marelli, e presenterà il suo libro "Storia e memoria del 25 aprile 1945". Seguiranno altre letture sul tema, oltre alla proiezione del film documentario "Gli Zagabri" di Chiara Francesca Longo che, alle 21, verrà proiettato nuovamente al Kuerc.

Come ogni anno sarà pubblicato un foglio numero unico che sarà distribuito nelle scuole, nel corso della manifestazione e sarà disponibile, fino ad esaurimento, presso le biblioteche della Provincia. Altre manifestazioni e cerimonie civili e religiose si terranno in tutta la provincia.

Mercoledì 22 a Tirano, in biblioteca si terrà la presentazione del libro “Storia e memoria del 25 aprile 1945” di Sergio Caivano. Giovedì 23 a Delebio alle 20.45, in oratorio, Pierfranco Mastalli presenta il suo libro “L’arresto di Mussolini a Dongo e la resa della colonna tedesca a Colico (27 e 28 aprile 1945)".

Seguiranno cerimonie sabato 25 a Morbegno alle 8.30 alla chiesa di San Pietro, a Grossotto alle 8.30 al monumento ai Caduti, a Grosio a 9 alla Centrale A2A,alle 9.30  al monumento ai Caduti, a Sondalo alle 10 al monumento ai Caduti, a Cosio valtellino alle 17.30,in sala parrocchiale, a Delebio alle 18.50 al monumento ai Caduti.

A Tirano alle 20.45, in sala consiliare,si terrà infine lo spettacolo “Storie di giovani violentati. La ritirata di Russia, con gli occhi di un alpino tiranese” a cura di Musica & Immagine. Per concludere, domenica 26 a Chiavenna alle 10.30 alla collegiata di San Lorenzo e a Rogolo alle 17, al monumento ai Caduti, si terranno altri momenti di riflessione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento