ValtellinaToday

Servizio idrico, presentata la class action nei confronti di Secam Spa

Il comunicato stampa del Coordinamento Acqua Pubblica della Provincia di Sondrio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Dopo mesi di intenso lavoro, è stata presentata martedì 13 settembre la Class Action pubblica sul Sistema Idrico Integrato della Provincia di Sondrio.

La finalità della Class Action pubblica (riconosciuta nei confronti di Pubbliche Amministrazioni e concessionari di pubblici servizi) è la tutela  degli interessi relativi ad una pluralità di individui, che si ritengono lesi:

a) dalla violazione di termini o dalla mancata emanazione di atti amministrativi generali obbligatori e non aventi contenuto normativo da emanarsi obbligatoriamente entro e non oltre un termine fissato da una legge o da un regolamento;

b) dalla violazione degli obblighi contenuti nelle carte di servizi;

c) dalla violazione di standard qualitativi ed economici;

d) dall’omesso esercizio di poteri di vigilanza di controllo o sanzionatori.

L’obiettivo nel nostro caso è quello di ripristinare un sistema di programmazione, gestione e controllo che garantisca criteri di legittimità, correttezza, economicità, efficacia ed efficienza  ed equità per un servizio relativo ad un bene primario qual è l’acqua.

La class action pubblica è stata attivata da 535 cittadini e dalla Confconsumatori, con il contributo del Coordinamento Acqua pubblica della provincia di Sondrio e del Forum Italiano dei movimenti per l’acqua.

L’ente Provincia di Sondrio, l’Ufficio d’Ambito della provincia di Sondrioe la soc. SECAM Spa, secondo legge, hanno tempo 90 giorni per rispondere alle istanze rappresentate nel documento che è stato loro inviato e che potete scaricare dal sito www.acquavaltellina.altervista.org . Sul sito verranno inseriti anche i successivi aggiornamenti.

L’iniziativa, segue la presentazione di una Petizione sul Servizio Idrico Integratoche ha raccolto 7000 firme,mettendo in evidenza alcuni dei temi ricompresi ed approfonditi nella Class Action pubblica e che è stata già trasmessa anche  all’Autority ed ai Sindaci dei Comuni della provincia. I Sindaci a questo punto hanno in mano due strumenti forti e chiari che non potranno ignorare.

Siamo soddisfatti del lavoro fin qui svolto, ma anche consapevoli che una chiara, approfondita ed equilibrata consapevolezza su queste tematiche da parte degli amministratori e dell’opinione pubblica costituisca presupposto indispensabile affinchè venga affrontato in modo costruttivo un tema rilevante qual è quello del bene comune acqua.

F.to:

Avv. Marina Peschiera e Avv. Giuseppe Barreca - Confconsumatori Lombardia

Remo Valsecchi – del Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua

Martina Simonini - per il Coordinamento Acqua pubblica della provincia di Sondrio

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento