menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aldo Buzzi e Saul Steinberg: un'amicizia tra letteratura e cibo in mostra a Sondrio

L'esposizione sarà visitabile fino al 24 maggio alla Galleria Credito valtellinese con più di 150 articoli tra libri, riviste e fotografie

La Fondazione Gruppo Credito valtellinese apre oggi, giovedì 19 marzo, presso la Galleria Credito Valtellinese di Sondrio, la mostra “Aldo Buzzi e Saul Steinberg. Un’amicizia tra letteratura, arte e cibo”. Un'esposizione che sarà visitabile fino al 24 maggio e che nasce dal desiderio di riaccendere i riflettori su due personaggi che hanno “segnato” la metà del Novecento con la loro finezza intellettuale, umorismo ed ironia: lo scrittore Aldo Buzzi, nato a Como nel 1910 e scomparso a Milano nel 2009, e Saul Steinberg, il celebre disegnatore romeno–americano (1914-1999), suo grande amico fin dagli anni Trenta al Politecnico di Milano e considerato, ancora oggi, il più grande disegnatore del secondo Novecento.

Sono più di 150 i pezzi esposti tra libri, riviste, fotografie, disegni, corrispondenza, oltre ad alcuni testi intercalati nel percorso espositivo con riflessioni e fulminanti passaggi tratti dalle pubblicazioni dei due autori. Una mostra che intreccia in parallelo vita e opere dei due protagonisti, con la presenza di uno straordinario fondo mai esposto fino ad ora e in gran parte inedito: circa 70 disegni e piccoli oggetti d’arte donati direttamente o inviati in oltre cinquant’anni di corrispondenza e conservati con cura.

Una trentina di essi sono stati pubblicati nei vari libri di Buzzi e tutti sono stati catalogati dalla Saul Steinberg Foundation di New York, che ha collaborato all’iniziativa. La mostra celebra la storia di una profonda amicizia, anche a livello intellettuale, che ha pochi paragoni nel Novecento per durata, intensità e importanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento