menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aovv: stop alle "maratone" dei medici in ospedale

Entra in vigore la direttiva Ue che impone turni più corti e riposi più lunghi

Dal 25 novembre gli orari di lavoro dei medici italiani, e valtellinesi, cambiano. Entra infatti in vigore una direttiva europea che prevede il rispetto di 3 parametri: non superare le 48 ore di lavoro settimanali e le 13 ore a turno e garantire 11 ore consecutive di riposo minimo.

Non più lunghe notti o recuperi di appena 8 ore, ma parametri netti che andranno rispettati e quindi medici più riposati e attenti, nella diagnosi e nell'emergenza.

Per molti ospedali questo sarà un problema perchè, da anni, alle prese con il blocco del turn over del personale, con il contenimento delle assunzioni e con l'accumulo quindi di ore di straordinario, rimaste non pagate.

Problemi noti anche all'Azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna. Per la direttrice generale Aovv Maria Beatrice Stati però i problemi in provincia di Sondrio potranno essere contenuti dalle prossime assunzioni di nuovo personale, medico e infermieristico, come riporta

La direttiva UE è del 2003, l'Italia però equiparando i medici ai dirigenti, che non hanno vincolo di orario, non l'ha mai applicata. L'Europa, contraria a questa pratica, ha aperto una procedura di infrazione e, lo scorso anno, una legge italiana ha quindi accolto la direttiva, tra poco in vigore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento