menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto www.ondaosservatorio.it

foto www.ondaosservatorio.it

Salute di genere: Aovv si conferma a "misura di donna"

Stasi: "Sono soddisfatta di questo risultato"

Sono sei i "Bollini Rosa" con cui l'Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, ha riconosciuto la qualità dell'attenzione che l'Azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna ha saputo riservare alla salute di genere; un bollino al presidio di Morbegno, due a quello di Sondrio, uno a Chiavenna e due a Sondalo.

Il risultato è stato raggiunto per la presenza di servizi rivolti alla popolazione femminile, per l'appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici, a garanzia di un approccio alla patologia in relazione alle esigenze della donna, e per l'offerta di prestazioni aggiuntive legate all'accoglienza in ospedale e alla presa in carico della paziente, come la mediazione culturale e il servizio di assistenza sociale.

A ritirare, soddisfatta, gli attestati è stata il direttore generale di Aovv, Beatrice Stasi, durante una cerimonia tenutasi presso la Presidenza del Consiglio a Roma, nella giornata di mercoledì 16 dicembre.

"I risultati ottenuti anche in quest'ambito - commenta il direttore generale, Maria Beatrice Stasi - confermano l'ampia visione che Aovv ha cercato di sviluppare in questi anni".

"Quest'iniziativa si somma ad altri progetti ed eventi che abbiamo promosso e realizzato sul territorio provinciale grazie anche all'impegno di altri enti e organismi - continua Stasi - Penso per esempio al recente convegno dedicato alla violenza di genere organizzato con il coinvolgimento della Procura della Repubblica del Tribunale di Sondrio e delle Forze dell'Ordine, frutto di un più complesso e articolato progetto che ha visto la stesura e la firma di un protocollo di intesa finalizzato alla prevenzione e al contrasto della violenza che sempre più spesso colpisce le donne".

"Questi riconoscimenti - conclude Stasi - dimostrano che anche nella nostra realtà ospedaliera di montagna vi sono servizi eccellenti e di qualità al pari di altre realtà sanitarie nazionali. Sono soddisfatta di questo risultato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento