menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ats della Montagna: approvato il Piano dei Controlli 2016

Particolare attenzione al mantenimento degli standard di qualità dell'assistenza offerta

L'Ats della Montagna ha elaborato il Piano dei Controlli 2016 (clicca qui) relativo alle attività di monitoraggio e vigilanza sulle prestazioni e sulla rete delle strutture sanitarie e socio-sanitarie e a contratto con il servizio socio-sanitario regionale, nonchè sulla rete delle strutture socio-assistenziali.

La rete dei servizi e dei professionisti operanti nel territorio dell'Ats vede la presenza di 225 medici di medicina generale, 31 pediatri di famiglia, 77 medici in continuità assistenziale, 27 postazioni di guardia medica turistica, 133 farmacie, 19 dispensari farmaceutici, 9 presidi ospedalieri pubblici e privati, 9 strutture ambulatoriali, 7 strutture psichiatriche, 46 residenze socio-sanitarie per anziani, 16 centri diurni integrati per anziani, 6 residenze socio-sanitarie per disabili, 6 comunità socio-educative per disabili, 15 centri diurni per disabili, 5 strutture residenziali e 9 servizi ambulatoriali per soggetti tossicodipendenti, 11 consultori familiari e 4 hospice.

Il piano adottato dall'Agenzia è il risultato del lavoro integrato e sinergico dei servizi afferenti ai precedenti enti territoriali, quindi Asl di Sondrio, Asl Vallecamonica e Distretto medio-alto Lario dell'Asl di Como, che hanno contribuito all'elaborazione di un documento unitario riferito all'intero territorio della nuova Ats che riporta sia i risultati delle attività di vigilanza svolte nel corso dell'anno 2015, sia la programmazione degli interventi di controllo previsti per il 2016, secondo criteri di priorità derivanti dalle evidenze emerse e dalle indicazioni normative.

Le attività di controllo saranno finalizzate soprattutto alla verifica del mantenimento dei requisiti di accreditamento e degli standard di qualità dell'assistenza offerta ai cittadini. Saranno quindi valutati e verificati sia gli aspetti strutturali delle unità d'offerta, sia gli aspetti organizzativi-gestionali anche in termini di dotazione organica delle figure professionali necessarie allo svolgimento delle specifiche funzioni assistenziali. La qualità dell'assistenza offerta sarà monitorata per quanto concerne adeguatezza e appropriatezza delle prestazioni erogate rispetto ai bisogni, capacità di presa in carico e continuità delle cure, risultati ed esiti di salute degli interventi.

Il Direttore generale dell'Ats, Maria Beatrice Stasi, esprime soddisfazione per la realizzazione del Piano dei Controlli 2016 in un tempo assai contenuto, considerato che si tratta di un unico documento "integrato" che ha potuto contare, da subito, sull'impegno comune di tutti i professionisti dell'Agenzia che opera su un territorio molto esteso e complesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento