rotate-mobile
Sondrio

Autonomia, Della Bitta scrive ai Sindaci: "La nostra battaglia continua a Roma"

Il Presidente della Provincia chiama i Sindaci valtellinesi a unità e collaborazione

La legge regionale approvata il 30 giugno scorso è "una tappa importante nell’impegnativo percorso verso il riconoscimento di una piena autonomia alla nostra Provincia": scrive così il Presidente Luca Della Bitta in una lettera diffusa ai Primi cittadini dei 78 comuni del territorio.

Una lettera che chiama all'unità e alla collaborazione: «L’obiettivo rimane dunque quello che abbiamo condiviso nei diversi passaggi e per questo, ancor di più, siamo chiamati ad un lavoro quotidiano e unitario per raggiungere insieme questo risultato. La legge regionale rappresenta indubbiamente un solido pilastro sul quale costruire il nostro percorso futuro. Potremo raccogliere risultati importanti e storici se sapremo ancora una volta lavorare in maniera unitaria e decisa nell’affrontare le prossime tappe».

E la lotta per il riconoscimento dell'autonomia, nelle intenzioni del Presidente provinciale, proseguirà anche a Roma: «Come sapete oltre all’ambito regionale, dal quale abbiamo avuto risposte importanti, la nostra battaglia prosegue anche a livello nazionale dove chiediamo che il riconoscimento della specificità montana si traduca in scelte concrete di carattere normativo, organizzativo, ed economico», scrive Della Bitta, allegando alla lettera non soltanto il testo della lerre regionale, ma anche la lettera congiunta inviata al Governo con i presidenti delle Province di Belluno e Verbano-Cusio-Ossola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia, Della Bitta scrive ai Sindaci: "La nostra battaglia continua a Roma"

LeccoToday è in caricamento