menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Christian Borromini (foto Facebook)

Christian Borromini (foto Facebook)

Autonomia, il Vicepresidente della Provincia Borromini chiama in causa il Bim

"La nostra salvezza viene dalla nostra più grande ricchezza, le acque, ma dobbiamo fare in modo di utilizzare al meglio le risorse"

Sul processo che potrebbe portare Sondrio a diventare Provincia autonoma interviene anche il Vicepresidente dell'ente e segretario provinciale della Lega nord, Christian Borromini, che chiama in causa anche il Bacino imbrifero montano e la gestione delle risorse economiche di tale organo.

«Sono tempi eccezionalmente difficili per gli enti locali - afferma Borromini in un comunicato - mai ci siamo trovati in una situazione come questa, con un Governo che toglie anziché dare, che azzera le autonomie, che colpisce i territori. Ci possiamo ancora considerare fortunati se guardiamo ad altre zone perché il percorso verso l’autonomia avviato dalla Regione Lombardia ha salvato la Provincia di Sondrio dalla bancarotta e perché grazie ai fondi del demanio idrico nel 2015 potremo garantire i servizi ai cittadini. La nostra salvezza viene dalla nostra più grande ricchezza, le acque, ma dobbiamo fare in modo di utilizzare al meglio le risorse garantite attraverso il Bim».

«La ripartizione dei soldi fra le cinque Comunità Montane, e da esse ai Comuni, poteva avere un senso anni fa, ma non ce l’ha più in questa situazione. In Valtellina e Valchiavenna a prevalere su tutto devono essere la solidarietà e la condivisione - prosegue il Vicepresidente, che precisa come il suo partito valuterà attentamente i programmi, e non i candidati, in vista del rinnovo dei vertici del Bim - Appoggeremo chi saprà rispondere con i fatti alle richieste dei Comuni. Ci sono molte cose da rivedere e crediamo sia tempo che tutte le risorse dei sovraccanoni, e dico tutte, vengano distribuite».

«La Lega Nord chiede che le modalità di ripartizione dei fondi vengano riviste - conclude Borromini - I primi a beneficiarne saranno i Comuni e con essi i cittadini perché abbiamo servizi da garantire e opere da realizzare. I soldi vanno usati bene, nel miglior modo possibile. Questo vogliamo dal Bim».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento