menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio Squinzi (a sinistra) con il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Giovanni Maggi

Giorgio Squinzi (a sinistra) con il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Giovanni Maggi

Prima Assemblea Confindustria Lecco-Sondrio, Squinzi: "Italia paese ingessato"

Il presidente degli industriali e il Presidente Roberto Maroni alla prima assemblea dopo la fusione

Prima Assemblea Generale in grande stile per Confindustria Lecco-Sondrio, che a Colico nella sede della “Inaer Aviation Italia” ha chiamato all'adunata tutti i suoi associati. Con loro anche Giorgio Squinzi, presidente nazionale, e Roberto Maroni, presidente di Regione Lombardia, mentre a fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente della sezione Giovanni Maggi.

Dopo un breve filmato introduttivo e la lettura del messaggio trasmesso dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, il primo a prendere la parola è stato Maroni: "Ci è stato garantito un aumento del 60% delle risorse europee tra il 2015 e il 2020, risorse che dovremo decidere come investire attraverso bandi per aiutare voi imprenditori, con cui mi congratulo. Fra pochi mesi, inoltre, verrà formata la Macro Regione delle Alpi, composta da 48 regioni europee tra cui presenzia anche la Lombardia. Rappresenterà l'avvio di una nuova Europa e noi dovremo confermarci terra di innovazione prendendo spunto da quanto fa Confindustria."

A seguire c'è stata la lunga relazione sull'attività da parte del presidente Maggi, che ha fatto da "apripista" alla consegna degli attestati consegnati alle "eccellenze" dell'associazione.
I premiati sono stati Ersilio Citterio (“Cosma” di O. Citterio – Cassago Brianza), Eneide Orfeo Dorenti (Officine metalmeccaniche Magni di Merate), Flavio Gilardoni (“Gilardoni Flavio” di Abbadia Lariana), Giovanni Battista Limonta (Limonta di Costamasnaga), Regina Maggioni (“Colombo ponteggi” di Dolzago), Alessandro Manzoni (“Metal Minuterie G.B. Manzoni” di Vercurago), Luigi Proserpio (Prosetex Spa di Bulciago), Ettore Sansavini (Mangioni Hospital Spa di Lecco), Romeo Sozzi (Promemoria Arredamenti di Valmadrera), Alberto Andreani (“Andreani” di Sondrio), Ezio Della Bona (“Della Bona Costruzioni” di Tirano), Mario Bottaro (“Bottaro Mario” di Novate Milanese), Emilio Cabello (“Serpentino e graniti” di Chiuro), Maria Letizia Castelli di Sannazzaro (“Ing. Leopoldo Castelli Costruzioni” di Morbegno), Gilberto Corti (“Okay Manifattura Carta” di Talamona), Raffaele De Peverelli (“Fic” – Mese), Vittorio Mainetti (Valtecne di Berbenno di Valtellina), Gianmario Moretta (“Moretta prefabbricati” di Lovero), Franco Moro (“Pastificio di Chiavenna” – Prata Camportaccio), Riccardo Moroni (“Moroni Riccardo Sas” di Sondrio), Carlo Perego (“Carlo Perego Srl” di Tirano), Annalisa Rainoldi (“Rainoldi legnami Srl” di Castione Andevenno) e Maurizio Selva (“Selva Spa” - Tirano).

A chiudere la giornata è stato il dibattito moderato dal vicedirettore di Radio 24 Sebastiano Barisoni alla presenza di Squinzi, che ha definito l'Italia un "paese ingessato, in cui sono necessarie riforme urgenti e decise", di Marco Fortis, Vicepresidente e Direttore Fondazione Edison, e di Giulio Sapelli, Professore Ordinario di Storia Economica presso l'Università Statale di Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento