menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Maggi e Cristina Galbusera

Giovanni Maggi e Cristina Galbusera

Confindustria, Sondrio e Lecco un'unica realtà

Le assemblee generali dei soci hanno dato il via libera alla fusione. Giovanni Maggi sarà presidente, Cristina Galbusera sarà il vice

Confindustria Lecco e Sondrio si fondono in un'unica realtà. L'unione delle due sedi era già nell'aria da tempo, ma ieri, 29 aprile, le assemblee generali dei soci hanno dato la loro approvazione ufficiale all'unanimità al progetto e allo statuto della nuova associazione unica così formata.

La fusione è stata formalizzata oggi, 30 aprile, con l'atto siglato da Giovanni Maggi, presidente di Confindustria Lecco, e da Cristina Galbusera, presidente di Confindustria Sondrio. Si apre quindi un nuovo capitolo nella storia delle due associazioni, da oggi riunite in un'unica: Confindustria Lecco e Sondrio, della quale fanno parte circa 800 imprese per un totale di oltre 36mila addetti.

Ed è sempre a partire da oggi, dunque, che secondo quanto stabilito dallo statuto, Giovanni Maggi assume la carica di presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, mentre Cristina Galbusera è vicepresidentessa. La direzione dell'associazione è invece affidata a Giulio Sirtori.

"Ho sempre creduto fortemente nella fusione - ha commentato Maggi - Questa è la nostra risposta all'esigenza di modernità con la scelta di un cambiamento che consente di mettere in comune le diverse competenze, ottimizzare le risorse e aumentare la nostra rappresentatività. Difatti, anche grazie alla fusione, l'associazione potrà contare su tre suoi rappresentanti nel consiglio generale di Confindustria, cui si è recentemente aggiunto un ulteriore, e quindi quarto, membro in rappresentanza della Piccola industria".

"In questi mesi - ha aggiunto Galbusera - durante i quali è stata progressivamente realizzata l'integrazione fra le due organizzazioni, i nostri associati hanno potuto usufruire di servizi molto qualificati. Oggi possiamo quindi guardare al futuro con ottimismo e potendo contare su strumenti che sosterranno la crescita del sistema produttivo".

La nascita di Confindustria Lecco e Sondrio trova le sue basi nell'ambito della riforma del sistema di Confindustria, che favorisce i processi di aggregazione. A partire da oggi, Confindustria Lecco e Sondrio entra nei due anni di gestione "transitoria", nel corso dei quali comporranno il consiglio di presidenza, oltre a presidente e vicepresidente, cinque membri coincidenti con il consiglio direttivo di Sondrio, in carica all'approvazione dello statuto, e cinque membri del direttivo di Lecco.

Il consiglio di presidenza di Confindustria Lecco e Sondrio è quindi composto da Giovanni Maggi, Cristina Galbusera, Carlo Anghileri, Sergio Arcioni, Antonio Bartesaghi, Gian Maria Castelli, Cinzia Cogliati, Elisa Lisignoli, Emilio Mottolini, Alessandra Padelli, Giovanni Pastorino e Sergio Schena

Il consiglio generale di Confindustria Lecco e Sondrio è invece composto dalla somma dei componenti delle due giunte in carica al momento delle assemblee.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento