Sondrio

Omicidio di Brusio: ventitré anni di reclusione a Ezio Gatti

La corte d'Appello di Milano ha confermato l'ergastolo a Ruslan Cojocaru

Taormina, l'avvocato di Gatti (foto di repertorio)

È stato condannato a 23 anni di carcere Ezio Gatti, il mandante dell'estorsione ai danni di Gianpiero Ferrari e Gabriella Plozza, imprenditori di Brusio, poi finita nel sangue, con il duplice omicidio per opera di Ruslan Cojocaru, cui è stata confermata la pena dell'ergastolo.

I giudici della Corte d'Appello di Milano hanno così stabilito, in parte modificando la sentenza emessa dal Tribunale di Sondrio: 2 anni in più di reclusione all'imprenditore di Castione perchè ritenuto consapevole che, il 21 novembre 2010, il moldavo Cojocaru sarebbe andato dai coniugi armato.

Ora bisognerà attendere 90 giorni per conoscere le motivazioni della sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Brusio: ventitré anni di reclusione a Ezio Gatti

LeccoToday è in caricamento