ValtellinaToday

Delitto di Brusio: udienza rimandata all'11 giugno

Il 9 luglio scade però il termine della custodia cautelare preventiva applicata ai due imputati che potrebbero tornare in libertà

Nuovo rinvio per il processo che dovrebbe far luce sul delitto di Brusio. I tempi della rogatoria internazionale con la Svizzera si sono ulteriormente allungati e nell'udienza lampo di ieri si è rimandato tutto al prossimo 11 giugno.

Con il passare del tempo però si avvicina sempre anche il termine di scadenza della custodia cautelare preventiva applicata ai due imputati. Il 9 luglio il valtellinese Ezio Gatti e il moldavo Ruslan Cojocaru, rispettivamente il presunto organizzatore e il presunto esecutore del delitto, potrebbero quindi tornare in libertà.

La Corte d'Assise di Sondrio con tutta probabilità chiederà una proroga dei termini, ma per gli avvocati difensori, l’avvocato Carlo Taormina per Gatti e l’avvocato Rossella Sclavi per Cojocaru, sta diventando una questione di principio.

L'avvocato Taormina si è reso disponibile a presentarsi in aula tutti i giorni per poter arrivare alla sentenza e, se necessario, la difesa sarebbe disposta a rinunciare alla rogatoria e pure alle spontanee dichiarazioni dei due imputati.

La rogatoria che sta allungando i tempi del processo è stata richiesta dalla Corte al tribunale di Coira per acquisire la testimonianza di un ex trasportatore di Poschiavo, sergio Paganini, co-indagato per l'omicidio sia in Italia che in Svizzera. L'uomo si avvalso però della facoltà di non rispondere, in quanto co-indagato.

La Corte ha deciso quindi di rimandare il processo e si è riservata di decidere su tutti i punti, compresa l'acquisizione di nuove prove documentali prodotte dall'accusa.

Nella prossima udienza si deciderà se proseguire ad oltranza per poter pronunciare la sentenza prima del 9 luglio oppure se rinviare il processo direttamente a settembre dopo aver sospeso i termini di scarcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folla e follia per il merchandising Lidl: scarpe comprate a 13 euro e rivendute a oltre 200

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • "Rosa Camuna": a Sergio Longoni la massima onorificenza assegnata da Regione Lombardia

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

Torna su
LeccoToday è in caricamento