menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dote Sport" da 2 milioni di euro: apre il bando

«Il provvedimento aiuta le famiglie che spesso, a causa della crisi economica, sono costrette a ridurre le spese sportive a danno dei propri figli»

"Dote Sport 2016" di Regione Lombardia, "torna" dopo il grande successo ottenuto nel 2015, «con l'adesione di 28mila famiglie e quasi 10mila domande soddisfatte», annuncia Antonio Rossi, assessore allo sport e alle politiche per i giovani.

«L'entusiasmo, che avevamo registrato nel 2015 ci aveva colpito molto - prosegue Rossi - con questo provvedimento aiutiamo le famiglie che spesso, a causa della crisi economica, sono costrette a ridurre le spese sportive a danno dei propri figli. Invece l'attività motoria è fondamentale e con i contributi della "Dote Sport" permetteremo a migliaia di ragazzi di continuare i propri corsi sportivi».

In dettaglio, la Regione ha previsto una dotazione di 2 milioni di euro, di cui il 10%, ossia 200mila euro, riservata ai disabili; ogni "Dote" avrà un importo minimo di 50 euro e massimo di 200 euro e, per poterne beneficiare, è obbligatorio, che almeno uno dei genitori del minore sia residente in Lombardia da non meno di 5 anni continuativi e che l'indicatore Isee di riferimento sia uguale o minore a 20.000.

«Rispetto alle passate edizioni - spiega Rossi - abbiamo semplificato la struttura di questa proposta che si rivolge ai ragazzi di età compresa tra i 6 e i 17 anni compiuti nell'anno solare di presentazione della domanda per fruire della "Dote"».

«Grazie alla "Dote Sport" - ha concluso Rossi - si potranno pagare le spese sostenute per la frequenza, nel periodo settembre 2016 - giugno 2017, a corsi o attività sportive con pagamento di quote di iscrizione o frequenza, che abbiano una durata continuativa di almeno sei mesi. A condizione che siano tenuti da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte al registro Coni, o alla sezione parallela Cip, o affiliate a Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva o da soggetti gestori di impianti di società in house, e a totale partecipazione pubblica, di enti locali lombardi».

Il bando apre il 15 settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento