menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme inquinamento: la situazione a Sondrio

L'Amministrazione ricorda qualche piccolo accorgimento per salvaguardare la qualità dell'aria

L'allarme inquinamento ha raggiunto anche Sondrio, ma "la situazione delle polveri sottili non è sicuramente così critica come quella che si riscontra in moltissimi comuni della pianura lombarda o della fascia pedemontana - precisa l'Amministrazione.

Al 28 dicembre, il limite di concentrazione di PM10, pari a 50 microgrammi per metro cubo, è stato superato, in modo lieve, 34 volte, su 35 superi consentiti l'anno.

La concentrazione di polveri sottili, seppur di debole entità, è appurata e i responsabili sono, soprattutto, "le cattive combustioni, oltre che gli impianti di riscaldamento alimentati da combustibili ad alto impatto ambientale, come gasolio o oli pesanti - spiega l'Amministrazione.

L'invito, considerata anche la particolare siccità del periodo, è quindi quello a non "accendere fuochi" e "regolare le temperature delle abitazioni a valori non troppo elevati, per contenere gli sprechi e quindi le eccessive emissioni degli impianti di riscaldamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Le Regioni non mollano Draghi: «Ristoranti aperti e coprifuoco alle 23»

  • Notizie

    Bellano: entro il 2024 il passaggio a livello sarà un ricordo

  • Attualità

    «Pullman gratis un cambio di passo concreto verso una mobilità più leggera»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento