menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

GMG di Cracovia, ragazza morta di meningite: la comunicazione di Regione Lombardia

La profilassi è necessaria solo per i ragazzi transitati per "Casa Italia"

«In riferimento al caso di decesso di una ragazza romana per meningite avvenuto a Vienna, nel viaggio di rientro da Cracovia, dove aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), e a fronte dell'elevato numero di ragazzi lombardi che hanno partecipato all'evento, Regione Lombardia si è mobilitata per dar loro tutte le informazioni necessarie. Lo abbiamo fatto attraverso le ATS (ex ASL) che hanno messo a disposizione numeri di telefono dedicati al fine di fornire informazioni precise e puntuali». Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

«Abbiamo sentito il Ministero della Salute - ha spiegato Gallera - il quale ci ha spiegato che al momento non è noto il ceppo del meningococco coinvolto e che il contagio comunque è possibile solo nel caso in cui si abbia un contatto prolungato con la persona infetta. I membri del gruppo di cui faceva parte la ragazza romana sono stati già sottoposti alla necessaria profilassi».

«Ricordo - ha proseguito - che la profilassi è necessaria solo per i ragazzi transitati per 'Casa Italia', quartier generale a Cracovia del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei, e non per tutti quelli presenti alla Giornata Mondiale della Gioventù. Invitiamo a recarsi presso i Pronto soccorsi nel caso in cui qualcuno accusasse sintomi quali febbre alta, mal di testa o di gola, problemi di vista o perdita di conoscenza, segnalando la propria partecipazione alla Giornata mondiale della Gioventù».

«Ci siamo mobilitati - ha concluso - per dare a tutti i ragazzi che sono stati a Cracovia e alle loro famiglie, una pronta informazione circa la patologia, il possibile/effettivo rischio, verificando eventuali coperture di vaccinazione contro il meningococco C. Per dubbi, chiarimenti e informazioni è possibile contattare le ATS (Agenzie di Tutela della Salute) attraverso il numero dedicato da oggi a disposizione, presente anche sui loro siti internet».

Di seguito i numeri dedicati delle Ats lombarde:

ATS DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO 02 8578 8143 per il territorio dell'ex ASL di Milano 0331 498461 per il territorio dell'ex ASL di Milano 1 02 9811 6016/4832 per il territorio dell'ex ASL di Milano 2 0371 5874413 per il territorio dell'ex ASL di Lodi

ATS DELL'INSUBRIA Varese 800769622 Como 3488406916

ATS DELLA BRIANZA Lecco 800.512.328 Monza 0392384630 Desio 0362483277 Usmate 0396288044

ATS BERGAMO: 800 447722 oltre a tutti i recapiti dedicati degli Uffici dei Settori Prevenzione presenti sul portale dell'Agenzia

ATS BRESCIA: 800777346

ATS PAVIA: 800 034933

ATS DELLA VAL PADANA 0372/497486 (ex ASL di Cremona) 0376/334927 (ex ASL di Mantova) dalle ore 17.00 il numero 338/7730716

ATS DELLA MONTAGNA 0342/555777

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento