menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grande successo per la prima edizione di "Montagna vive... le tradizioni"

Cultura, sapori e tradizioni di Montagna in Valtellina in una giornata di festa per tutti

Si è conclusa con successo la giornata di festa “Montagne vive…le tradizioni”, che si è svolta domenica 28 settembre nel centro storico di Montagna. 

Una giornata intera di festa e partecipazione, che ha animato le vie del paese con gli stand delle aziende agroalimentari e vitivinicole del territorio dedicati all’esposizione, all’assaggio e alla vendita di prodotti locali; sono stati inoltre allestiti gli angoli caratteristici del paese per valorizzare le tradizioni culturali, agricole e artigianali del comune di Montagna in Valtellina.

Nel corso della festa si sono susseguiti diversi appuntamenti fra cui: la corsa coi gerli per le vie del paese da Montagna Piano a Montagna alta, l’esibizione della Banda, il pranzo che ha visto la partecipazione di più di duecento persone, il laboratorio per la lavorazione del pane in piazza Monumento, le letture di filastrocche in dialetto in biblioteca e l’assegnazione delle tre borse di studio agli studenti meritevoli  sempre in biblioteca e per concludere le visite guidate alle Chiese. 

Il merito del successo di questa giornata va alla preziosa collaborazione e l’impegno profuso nell’organizzare la manifestazione delle Associazioni di Montagna in Valtellina, Biblioteca Comunale di Montagna, Comune di Montagna, Comitato informale per lo sviluppo comunitario, nato grazie al progetto, al quale partecipano numerose associazioni e singoli volontari, Fondazione culturale di Montagna in Valtellina e alla cooperativa sociale Ippogrifo. 

Il progetto

Si ricorda che il progetto 'Io mi racconto, tu ti racconti, noi ci incontriamo' vede come ente capofila il Consorzio di cooperative sociali Sol.Co. Sondrio, come partner il comune di Sondrio e come soggetti della rete progettuale il Sistema Bibliotecario della Valtellina, i comuni e le biblioteche di Ardenno, Caspoggio, Chiesa in Valmalenco, Delebio, Dubino, Lanzada, Montagna in Valtellina, Morbegno, Sondrio, Talamona, Tirano. 

Le biblioteche di pubblica lettura sono istituzioni culturali al centro del processo di sviluppo della coesione sociale perché riconosciute sul territorio come punti di riferimento e di aggregazione
In questi anni stanno affrontando un mutamento del loro ruolo, che porta ad intenderle, non esclusivamente quale centro di diffusione e trasferimento della conoscenza e di supporto per i percorsi formativi (anche tramite le nuove tecnologie), ma anche e sempre più come spazi votati alla socializzazione e alla partecipazione, alla crescita culturale, al libero incontro fra le generazioni e le culture, quindi come luoghi che favoriscono la coesione sociale. Questo cambiamento, che mira a rispondere a bisogni sociali emergenti, è in atto anche in provincia di Sondrio dove negli ultimi anni la ricerca, la formazione e la progettualità puntano a favorirlo e a guidarlo grazie anche al dialogo tra operatori sociali e culturali. ‘Io mi racconto…’ e le iniziative organizzate grazie a questo progetto, come “Montagna vive…le tradizioni”, ne sono un chiaro esempio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento