menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri hanno trovato 39 proiettili detenuti abusivamente (foto archivio)

I carabinieri hanno trovato 39 proiettili detenuti abusivamente (foto archivio)

Sondrio, carabinieri intervengono per un incendio e trovano munizioni abusive

Nel caminetto fuori controllo bruciava la testa di un animale, che ha fatto scattare i controlli

Sono intervenuti assieme ai vigili del fuoco per un principio d'incendio, e in casa dell'uomo che aveva chiesto aiuto hanno trovato delle minuzioni illegalmente detenute.

È accaduto a Sondrio, la sera di sabato 11 aprile: l'operaio 41enne ha chiamato i soccorsi a causa delle fiamme del caminetto che, troppo alte e fuori controllo, avevano iniziato a lambire i mobili del salotto. Una volta giunti sul posto e domate le fiamme, pompieri e carabinieri del Nucleo radiomobile di sondrio si sono accorti che a bruciare nel camino c'era la testa di un animale, i cui resti potevano presumibilmente essere quelli di un ungulato.

Non potendo escludere che l'animale fosse stato vittima di bracconaggio, i militari hanno quindi deciso di controllare la licenza dell'uomo e le armi e munizioni, da lui legalmente possedute: dalla verifica, però, è emerso che il 41enne possedeva 39 cartucce in più di quante ne potesse detenere.

I carabinieri hanno quindi sequestrato le munizioni, di calibro 7 Rem Mag, e denunciato l'operaio in stato di libertà per detenzione abusiva di munizioni, mentre i resti della testa di animale sono stati recuperati e affidati alla Polizia provinciale per verificarne la provenienza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento