menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via ai lavori per la tangenziale di Morbegno, sarà pronta per il 2017

Per la tangenziale di Tirano mancano ancora le risorse

Si è svolta ieri, giovedì 22 gennaio, a Sondrio la riunione del collegio di Vigilanza, che ha dato formalmente inizio ai lavori della tangenziale di Morbegno (SO) e che dovrebbero terminare entro il 2017.

La tangenziale, che sarà lunga 10 chilometri, collegherà lo svincolo di Cosio Valtellino (SO) a quello del Tartano e permetterà a chi viaggia lungo la strada statale 38 “dello Stelvio” di evitare l’entrata nella cittadina valtellinese. Avrà due corsie e saranno costruiti due gallerie naturali, 3 viadotti, 2 ponti e 4 gallerie artificiali.

Alla riunione era presente il presidente di regione Lombardia, Roberto Maroni  che ha così commentato “Il governo non ha coperto tutti i costi: su 280 milioni di euro, 170 sono stati messi dai territori Valtellina e Valchiavenna e 125 dalla Regione Lombardia – ha spiegato Maroni -. Tutte le criticità sono state superate e quindi sono molto soddisfatto e ottimista. La firma di oggi conclude tutta la fase preliminare e adesso si passa ai lavori veri, che cominciano subito con l’apertura dei cantieri, da parte nostra controlleremo che tutto venga fatto nei tempi corretti e nel modo giusto”.

"Meglio far parlare i fatti – ha commentato Ugo Parolo – e i fatti oggi ci sono: mi sono occupato di questa strada vicenda sin da quando ero in Parlamento e oggi diventa concreto l’impegno che in tutti questi anni abbiamo dedicato alla tangenziale di Morbegno. Un dato su tutti: siamo riusciti ad attirare risorse pari a 560 milioni di euro (costo della strada dal Trivio di Fuentes ad Ardenno) – ha concluso Parolo -. Una cifra enorme in rapporto al peso demografico e politico della nostra valle, soprattutto in un momento di grande crisi come questo”.

Maroni ha anche sottolineato come la Regione sia attenta a questi territori, affermando che “nonostante il peso demografico inferiore ad altre aree, qui in provincia di Sondrio gli investimenti servono, perché sono indispensabili. Riguardo a Tirano (SO) - ha sottolineato nel suo intervento il Governatore - apriremo un tavolo separato, ma mancano ancora le risorse.".

"Purtroppo non basta il ribasso di 57milioni di euro ottenuto dalla realizzazione della nuova variante di Morbegno". E' il commento del sindaco del centro aduano Franco Spada: "sono contento per Morbegno, ma adesso bisogna lavorare anche per il tratto che da Bianzone (SO) arriva a Metacampone, se ne inizierà a parlare su un tavolo dedicato il prossimo primo febbraio.".

Soddisfazione anche nelle parole del presidente della provincia, Della Bitta "Una giornata storica per tutta la nostra Provincia – ha dichiarato con entusiasmo il presidente - questa è un’opera partita da molto, molto lontano e oggi diventa realtà, grazie all’impegno di Anas, di Regione Lombardia e di tutto il territorio che ha messo a disposizione le risorse per realizzare i lavori" per questo Della Bitta ha voluto consegnare a Roberto Maroni, governatore di Regione Lombardia una targa celebrativa per ricordare questo momento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento