rotate-mobile
Sondrio

"Renzi a casa!", anche i leghisti valtellinesi protestano a Roma

Borromini: "Vogliamo un governo che si concentri sulla crisi e che promuova manovre economiche per superarla. Il premier pensa ad altro"

Anche i leghisti di Valtellina e Valchiavenna saranno a Roma  per prendere parte alla manifestazione "Renzi a casa!"  insieme al segretario federale Matteo Salvini: sono pronti a partire un pullman e mezzi privati, mentre altri viaggeranno in treno, per arrivare puntuali all'appuntamento in piazza del Popolo sabato 28 febbraio, alle 15.

Dure le accuse che Christian Borromini, segretario provinciale della Lega Nord, lancia al premier Renzi: "Con il suo centralismo attacca i territori, toglie fondi ai comuni e alle province e penalizza i cittadini. La battaglia che sta facendo la Lega Nord deve essere la battaglia di tutti quelli che hanno a cuore il futuro dell’Italia: non si può andare avanti così, bisogna impedire che Renzi e i suoi distruggano tutto ciò che di buono la gente ha costruito".

"Vogliamo più aiuti per i cittadini onesti che la crisi ha messo in seria difficoltà - prosegue Borromini - per i pensionati e per i giovani che non riescono a trovare lavoro. Renzi, incapace di occuparsi di politica internazionale, si limita a obbedire all’Europa, continua ad accogliere clandestini, a dare loro vitto e alloggio, senza sapere chi ci porta in casa e per quanto tempo. Vogliamo un governo che pensi di più a noi, che si concentri sulla crisi e che promuova manovre economiche serie per superarla e per aiutare i cittadini e le imprese. Ma Renzi pensa a tutt’altro, per questo deve andare a casa". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Renzi a casa!", anche i leghisti valtellinesi protestano a Roma

LeccoToday è in caricamento