menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di www.biologiamarina.org)

(foto di www.biologiamarina.org)

Caccia, via al controllo dello storno per salvaguardare le produzioni di qualità

I danni in Lombardia - nel solo 2015 - ammontano a quasi 70mila euro

La Giunta di Regione Lombardia ha autorizzato il controllo (mediante prelievo) della specie storno per prevenire ogni possibile danno alle produzioni agricole di qualità, quali i vigneti specializzati per la produzione di vini DOC e DOCG (DOP) e i frutteti, in provincia di Sondrio, Brescia, Mantova e Pavia.

«La domanda di autorizzazione al prelievo dello storno deriva anche dalla necessità di limitare la perdita di produzioni agricole di qualità - ha spiegato Gianni Fava, assessore all'agricoltura - Tra il 2008 e il 2015, in Lombardia, sono stati accertati danni alle colture causati dalla specie per 643.573 euro. Nel solo 2015 i danni segnalati dalle province lombarde maggiormente colpe ammontano a 68.280 euro».

Il controllo sarà effettuato presso le coltivazioni di vite e melo nei comuni in cui - nel 2015 - si sono registrati danni. Il prelievo potrà essere effettuato - nel periodo compreso tra il 18 settembre e il 31 ottobre 2016 - esclusivamente dai cacciatori residenti in Lombardia e iscritti negli ambiti territoriali di caccia (ATC) e nei comprensori alpini di caccia (CAC) in cui ricadono i comuni previsti dal provvedimenti, autorizzati dalla Regione o dalla Provincia di Sondrio per il relativo territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento