menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppi allarmi futili: Soccorso alpino favorevole al ticket per l'elisoccorso

Dichiara Barbisotti, presidente del Cnsas Lombardia: "L'elicottero non è un taxi"

Un ticket per l'elisoccorso? Non sembra una cattiva idea per Danilo Barbisotti, presidente del Cnsas Lombardia, che in un'intervista rilasciata a Il Giorno spiega che sarebbe uno strumento valido per limitare le chiamate futili, poiché «l'elicottero non è un taxi».

Sono le "false emergenze", infatti, a costituire un dispendio di energie e risorse evitabile per gli uomini del Soccorso alpino, che per recuperare gli alpinisti in difficoltà affrontano a loro volta situazioni pericolose: capita sempre più spesso, infatti, che gli escursionisti si mettano nei guai per degli errori di valutazione, sull'itinerario o sulle proprie capacità, e si trovino a dover chiamare i soccorritori, facendo intervenire l'elicottero non tanto per recuperare persone in pericolo, quanto per andare in aiuto di escursionisti bloccati.

L'idea di dover pagare per farsi riportare a valle in caso di difficoltà, secondo Barbisotti, potrebbe essere un buon deterrente per gli alpinisti meno esperti, anche in fase di pianificazione del percorso. «L’obiettivo non è quello di fare cassa - spiega Barbisotti nell'intervista - ma negli ultimi anni le montagne sono sempre più frequentate e bisogna far capire alla gente che non si può chiamare l’elicottero semplicemente per farsi dare un passaggio a valle quando si è stanchi. Detto questo non dobbiamo demonizzare chi va in montagna. Una persona deve sentirsi ovviamente libera di farlo. Ma bisogna essere preparati a quello a cui si va incontro».

Il presidente del Cnsas lombardo specifica anche che non si tratterebbe comunque di rifiutare i soccorsi in caso di falsa emergenza: il pagamento del ticket sarebbe valutato caso per caso, solo alla fine di ogni intervento, così come già accade in Trentino, dove questo c'è da anni e ha contribuito ad alzare il livello di attenzione degli escursionisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento